Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR) CONSAP il portale

FONDO
INDENNIZZO
RISPARMIATORI

Dal 1° luglio è on line il Portale informativo del FIR (Fondo indennizzo Risparmiatori).

Sul Portale CONSAP, accessibile all’indirizzo https://fondoindennizzorisparmiatori.consap.it, è possibile visualizzare – in modo facilmente fruibile – tutte le informazioni riguardanti l’iniziativa.

  • Cosa è il FIR
  • Quando presentare la domanda
  • Quali Titoli
  • Chi può fare la domanda
  • Come fare la domanda
  • News

Cosa è il FIR

La legge del 30 dicembre 2018 n.145 ha istituito presso il Ministero dell’economia e delle finanze il Fondo Indennizzo Risparmiatori (FIR), chiamato ad indennizzare i risparmiatori che hanno subìto un pregiudizio ingiusto da parte di banche e controllate con sede legale in Italia, poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018.Scopri di più

Card image

Da quando si può presentare la domanda

Le domande potranno essere presentate a partire dalla data che verrà stabilita nelle prossime settimane da un apposito decreto ministeriale.

Card image

Quali Titoli sono indennizzabili

Sono indennizzabili le azioni ed obbligazioni subordinate emesse dalle seguenti banche poste in liquidazione coatta amministrativa dopo il 16 novembre 2015 e prima del 1° gennaio 2018: Banca Etruria, Banca delle Marche, Cassa di risparmio della Provincia di Chieti, Cassa di risparmio di Ferrara, Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca e le loro controllate.

Card image

Azioni

L’indennizzo è determinato nella misura del 30 per cento del costo di acquisto delle azioni, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.Scopri di più

Card image

Obbligazioni subordinate

L’indennizzo è determinato nella misura del 95 per cento del costo di acquisto delle stesse, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto.Scopri di più

Chi può fare la domanda

Hanno diritto all’indennizzo specifiche categorie di “risparmiatori”, i loro “successori” e “familiari” (entro il secondo grado) che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili. La domanda può essere presentata dagli aventi diritto interessati o da loro rappresentanti.

I “risparmiatori” in possesso dei titoli indennizzabili.

Card image

I “successori” per causa di morte dei “risparmiatori”.

Card image

I “familiari” che hanno acquisito la titolarità dei titoli indennizzabili.

Card image

Scopri di più

Come fare la domanda

Card image

Come compilarla e inviarla

La domanda dovrà essere compilata ed inviata unitamente agli allegati previsti esclusivamente in via telematica, dopo essersi registrati a questo portale. 
Attraverso lo stesso canale informativo, sarà possibile verificare successivamente lo stato dell’istruttoria della domanda.Scopri di più

Card image

Quando inviarla

Le domande potranno essere presentate – come sopra già indicato – solamente nei 180 giorni successivi alla data che verrà stabilita nelle prossime settimane da un apposito decreto ministeriale.Scopri di più

Card image

Pagamento indennizzo

Gli indennizzi verranno corrisposti secondo i piani di riparto approvati dalla Commissione tecnica nominata dal MEF.Scopri di più

News

Card image

Avvio Portale FIR

Dal 1° luglio sarà on line il portale informativo del FIR (Fondo indennizzo Risparmiatori).
Sul Portale sarà possibile visualizzare – in modo facilmente fruibile – tutte le informazioni riguardanti l’iniziativa.
Per tutti i soggetti interessati, sono disponibili le indicazioni relative alle modalità di presentazione delle domande di indennizzo e i documenti necessari da allegare.Scopri di più

PER L’ASSISTENZA DELLA NOSTRA ASSOCIAZIONE EZZELINO III DA ONARA COMPILA IL SEGUENTE MODULO

Con decreto legge crescita art. 36 del 23.04.2019 è stato modificato il fondo indennizzo risparmiatori istituito istituito il 27/12/2018 in via di attuazione per l’indennizzo del 30% per quote azionarie e del 95% per obbligazioni sul valore di acquisto dei titoli delle banche messe in liquidazione coatta amministrativa dal 15/11/2015 al 01/01/2018
Viene indicato nell’estratto titoli, come codice titolo o codice ISIN
I risparmiatori con reddito annuo inferiore € 35.000 al netto di eventuali prestazioni di previdenza complementare erogate sotto forma di rendita o con patrimonio mobiliare inferiore a € 100.000,00 esclusi contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita;, previo accertamento da parte della commissione tecnica avranno priorità di controllo rispetto ai risparmiatori che abbiano sia un reddito annuo superiore a € 35.000,00 sia un patrimonio mobiliare superiore a € 100.000,00
Per la priorità e il controllo semplificato la legge fissa come limite di patrimonio mobiliare € 100.000,00 esclusi contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita, tale limite potrebbe in futuro con ulteriore decreto essere elevato. Ricordiamo che il socio risparmiatore che supera i 2 limiti, avrà comunque il diritto di accesso al fondo tramite il 2° binario di controllo della commissione tecnica.
Come dispone la legge sono necessari i documenti, contratto di acquisto e prova del versamento del costo versato alla ex banca. Per chi non avesse tali documenti procederemo con la richiesta.