Archivi tag: fondoindennizzorisparmiatori

Arrivati i primi bonifici al 30% Fondo indennizzo Risparmiatori

Arrivati oggi 15/03/2021 i primi bonifici del totale 30% di indennizzo a dei nostri associati Ezzelino, domande inviate a dicembre 2019.

Riportiamo quanto emerso nell’incontro video di questa mattina con CONSAP e le Associazioni riguardante lo stato del il Fondo Indennizzo Risparmiatori con i rappresentanti dei Risparmiatori : 

– Pratiche in attesa di integrazione 75.000
– Pratiche istituite dalla segreteria CONSAP 62.000
– Pratiche pronte da vedere dalla Commissione 37.000
– Pratiche viste dalla Commissione tecnica 25.000
– Attuale capacità mensile della Commissione Tecnica 9000 domande
(1 volta a settimana 250 pratiche per 9 Commissari per 4 settimane)
previsto ulteriore incremento con 2 sedute a settimana

N° 25.000 Bonifici erogati a oggi 15/03/20221 per pratiche inviate dal 22/08/2019 al 31/12/2019 con reddito 2018 inferiore € 35.000 e indennizzo inferiore a € 50.000

Bonifici Anticipo del 40% del 30% 31.100.000,00 €
– Bonifici saldi del 60% del 30% 3.800.000,00 €
– Bonifici del 100% del 30% 10.600.000,00 €
Totale erogato al 15/03/2021 45.500.000,00 €

– Confermato che a seguito della delibera della Commissione tecnica nella seduta del 18 febbraio 2021:valutati i dati statistici forniti dalla Segreteria, delibera di effettuare i pagamenti al 100% dell’indennizzo riconosciuto, con conseguente integrazione di quelli già effettuati al 40%. Approva il presente verbale e ne dispone l’immediata pubblicazione sul Portale.”

Viene confermata una rimanenza del fondo che potrà essere quantificata a termine delle erogazioni delle domande aventi diritto.

– Provvedimento ministeriale di verifica del patrimonio mobiliare per l’indennizzo forfettario FIR, richiesto dalla Commissione Tecnica nella seduta del 15 settembre 2020
Viene confermato che il provvedimento è in via definitiva dell’iter di approvazione da parte del MEF.

Ringraziamo l’AD Prof. Vincenzo Samasi D’Arpe della CONSAP la Segreteria Tecnica, la Commissione Tecnica per la concretezza e chiarezza.
Quanto sopra conferma nei fatti la velocizzazione già messa in atto dei controlli  e dell’erogazione dei bonifici
dei saldi del 18%  (per gli anticipi già ricevuti del 12% ) e dei bonifici del 30% dell’indennizzo deliberato che hanno già salvato oltre 25.000 Risparmiatori, e che presto salveranno tutti gli altri.

Fondo indennizzo Risparmiatori Delibera SALDI INDENNIZZI Avanti Veloce

Roma 19 Febbraio 2021

Erogazioni indennizzi FIR.

AGGIORNAMENTO

La Commissione tecnica del FIR ha deliberato di corrispondere a ciascun avente diritto il 100 per cento dell’importo dell’indennizzo del 30% riconosciuto a seguito del completamento dell’esame istruttorio.
Pertanto, coloro che hanno già ricevuto l’acconto dell’indennizzo nella misura del 40%, riceveranno le residue somme a titolo di saldo (60%), mentre ai rimanenti istanti che a seguito del completamento dell’esame istruttorio risulteranno aventi diritto sarà erogato direttamente il 100% delle somme spettanti a titolo di indennizzo.

https://fondoindennizzorisparmiatori.consap.it/News

Fondo indennizzo Risparmiatori Preavviso di rigetto Domanda

Fondo indennizzo Risparmiatori Preavviso di rigetto Domanda

Da colloquio con la Segreteria Tecnica CONSAP è emerso che la Commissione Tecnica ha recentemente deliberato una nuova procedura del Preavviso di rigetto, che riguarda quei risparmiatori che non hanno effettuato l’integrazione documentale entro i 60 gg, e che dall’invio del Preavviso di rigetto avranno ulteriori 14 giorni per integrare i documenti.

Si ringrazia la Consap e la Commissione Tecnica per la buona notizia, che va a salvare quelle migliaia di Risparmiatori (in molti casi i loro successori ) con domande già scadute per l’integrazione documentale.

Patrizio Miatello

Tributarista Loris Mazzon

Prof.Avv Rodolfo Bettiol

FIR, ARRIVATI PIU’ DI 9.000 BONIFICI ANTICIPI AI RISPARMIATORI

14/01/2021 RETEVENETA TG– Fondo Indennizzo Risparmiatori: a inizio 2021 sono più di novemila i bonifici arrivati ai soci azzerati delle ex Banche Popolari . Noi abbiamo raccolto le testimonianze di chi (domande inviate dal 22 Agosto 2019 a Novembre 2019) continua a ricevere gli anticipi. || Fondo Indennizzo Risparmiatori: continuano ad arrivare i bonifici. A inizio 2021 sono già più di novemila i bonifici arrivati alle vittime del crack delle banche popolari venete. Il tributarista Loris Mazzon, consulente dell’Associazione Ezzelino III da Onara spiega: «i bonifici stanno arrivando senza soluzione di continuità e soprattutto vengono smentite concretamente le infondate critiche iniziali sollevate da alcune associazioni riguardo al cattivo funzionamento del portale Consap o addirittura allo scarto o eliminazione di alcune domande in quanto anche queste sono state bonificate». – Intervistati PATRIZIO MIATELLO (Associazione Ezzelino III da Onara), LORIS MAZZON (Tributarista) (Servizio di Carlo Alberto Inghilleri)

Fondo indennizzo risparmiatori scadenza per le domande 18.06.2020, poi SVEGLIA

Risparmiatori traditi sfiniti

Tempo buttato dal 18.06.2020 va recuperato.

Corriere del Veneto

28.05.2020

Covid-19 Appello Imprese, artigiani di tutte le attività

Appello al Governo Covid-19
Priorità Salute Cittadini al primo posto
Appello per le Imprese e artigiani, commercianti, ambulanti, liberi professionisti e tutte le attività economiche
Rassicurazione dal Ministro Federico D’Incà

Tg

fondo indennizzo risparmiatori consap

Fondo Indennizzo Risparmiatori Soluzione I.S.A. Ex studi di Settore 31-Mazzon Loris il tributarista CHI HA TEMPO NON ASPETTI TEMPO

A tutti i Risparmiatori,

non c’è due senza tre. Inizio così per annunciare che il Tributarista Mazzon Loris,  consulente al quale l’Associazione Ezzelino si rivolge fin dall’inizio, ha risolto il terzo caso nazionale.

Dopo la soluzione 389 fattura elettronica che ora è riportata sulle più autorevoli riviste e libri del settore, dopo la soluzione tassazione indennizzo e tassazione fir della settimana scorsa che consente a tutti i risparmiatori di non temere il prelievo fiscale sulle somme ricevute ed in ricezioneora arriva la soluzione ISA di cui all’allegato (clicca link Agenzia delle Entrate.

Gli I.S.A. (indicatori sintetici di affidabilità) del periodo d’imposta 2018, che sono un allegato purtroppo ancora poco conosciuto del modello Unico, possono essere trasmessi/modificati, fino al 02.03.2020.

Tale soluzione impatta direttamente sulla domanda F.I.R., essendo la stessa direttamente collegata ai requisiti reddituali e patrimoniali 2018.

Dunque tutti i risparmiatori con un indice ISA basso, hanno la possibilità di migliorare la propria posizione conseguendo un indice idoneo e tranquillizzante ai fini della domanda F.I.R..

Ancora una volta l’Associazione Ezzelino risolve i problemi a vantaggio di tutti e non solo dei propri iscritti.

Rimane però una nota negativa potevamo fare molto meglio se qualcuno non avesse fatto perdere tempo, solo per strumentalizzare i risparmiatori,  speriamo che la vicenda delle banche possa avere insegnato che giocare con il tempo è come giocare col fuoco e ci si può bruciare oltre che a bruciare altri.

Concludo tale mia comunicazione con una raccomandazione rivolta a tutti i risparmiatori da parte del Tributarista Mazzon Loris.

“ Cari Risparmiatori ed Imprenditori, mi scuso per le mie poche parole, consuetudine che mi è propria come ben sapete. Le domande F.I.R. stanno procedendo pur con le difficoltà soggettive di ogni caso che VIENE TRATTATO E VAGLIATO SINGOLARMENTE.

Sono state avanzate delle proposte e delle soluzioni sia alla politica che a Consap per concretizzare ciò che è il nostro comune obbiettivo e cioè  farvi riavere i soldi persi. Vi terremo informati.

La situazione non è però semplice né tanto meno le domande sono facili. Vanno a sfavore dei risparmiatori alcune “furbizie” che si stanno riscontrando nelle domande presentate da sparuti gruppi che però minano alla base il concetto di esistenza di risparmiatori. Come per il corona virus è auspicabile isolare tali situazioni ed incidere sulle stesse andando oltre alla quarantena. Sono certo che gli enti preposti lo faranno.

Consiglio a tutti la massima prudenza ed attenzione assieme alla comprensione dei lunghi tempi di attesa che sono indispensabili all’Associazione Ezzelino per preparare al meglio le Vostre richieste ai fini di un esito soddisfacente.

In riferimento a quelle situazioni che abbiamo classificato come improcedibili o problematiche, auspico che la saggezza vi faccia comprendere che è così per il vostro interesse. Loris Mazzon”

A presto, CHI HA TEMPO NON ASPETTI TEMPO

Patrizio Miatello

per iscrizioni all’associazione ezzelino scrivere mail ezzelino.onara@gmail.com

fondo indennizzo risparmiatori consap

Punto sul Fondo indennizzo risparmiatori, sveglia partenza indennizzi incontro CONSAP a Padova

A seguito dell’incontro del 22.01.2020 con i funzionari (Cristina Ioli e Massimiliano D’Alleva) della CONSAP presso lo Studio del Prof. Avv. Rodolfo Bettiol in Padova sono stati confermati i seguenti punti :

1) E’ stato confermato  che le domande inserite nel portale entro il 15.10.2019 sono state verificate e passate alla commissione tecnica ; tutte le domande inserite vengono salvate in un server di massima sicurezza,  pertanto in maniera assoluta vengono smentite le notizie di cancellazioni che qualcuno aveva fatto girare; inoltre è stato puntualizzato che la copia della domanda presentata in mano al richiedente è il documento ufficiale dell’istanza.

2) che le 12 associazioni presenti hanno avuto modo di porre diverse questioni, alle quali i funzionari CONSAP hanno risposto  in maniera precisa, puntuale con molta pazienza e professionalità.

3) Prova necessaria del costo fiscale di affrancamento tramite F/24, problema posto dalle associazioni difficile da trovare, come suggerito dal ns. consulente Tributarista Loris Mazzon l’F24 può essere recuperato nel cassetto fiscale.

4) Consap ha confermato che ogni domanda verrà controllata e verificata, con il controllo incrociato di tutti gli Enti pubblici coinvolti,  in mancanza di prove del costo di acquisto o di loro dubbi, invieranno mail per richiesta prove o chiarimenti da riscontrare entro 60 giorni.

5) Consap ha confermato che per i controlli sistematici e per i successivi pagamenti hanno 3 anni di tempo; alla nostra insistenza e richiesta condivisa da tutte le associazioni, di iniziare al pagamento delle domande già inserite entro il 31.12.2019,  hanno risposto che loro sarebbero anche pronti ma tale possibilità esige un intervento normativo da parte del Governo.

6) Consap ha confermato la sua disponibilità di intervento nel caso che la banca cessionaria non risponda alla richiesta dei documenti bancari per l’inserimento della domanda, si potranno pertanto segnalare i ritardi in modo che la stessa possa intervenire con la banca cessionaria. Inoltre nel caso la banca cessionaria non dovesse rispondere entro la data di scadenza della presentazione di domanda al FIR, si potrà allegare la copia della richiesta dei documenti bancari non pervenuti dalla banca cessionaria e procedere al completamento della domanda, i documenti non inseriti potranno essere presentati in seguito entro i 60 giorni dalla richiesta via mail della segreteria tecnica . La Consap ha sottolineato che nel caso di proroghe i tempi per la conclusione delle istruttorie subiranno dei ritardi di molto superiori al tempo di proroga, invitando tutti a concludere le domande entro il termine previsto.

7) Consap ha confermato che le istanze portate avanti dalla nostra associazione con i pre-controlli soggettivi e oggettivi come da indicazioni del Prof.Avv.Rodolfo Bettiole e il Tributarista Loris Mazzon rispecchiano correttamente e perfettamente la legge.

Si ringrazia in maniera particolare il sottosegretario Alessio Villarosa al M.E.F. per avere dato la possibilità alle associazioni del Veneto di incontrare la CONSAP a Padova.

In data 28 gennaio abbiamo comunicato a Consap la necessità per molti risparmiatori “in stato di emergenza” di ricevere a breve l’indennizzo confermando che abbiamo già sollecitato il Governo proponendo di inserire nel milleproroghe un emendamento atto a regolamentare la possibilità che CONSAP possa iniziare a emettere gli indennizzi nel più breve tempo possibile.

In data odierna 31 gennaio abbiamo chiesto incontro urgente con il Governo, atto a definire . 

Cordiali saluti.

Patrizio Miatello

RICHIESTA APPUNTAMENTO per assistenza domanda al Fondo Indennizzo Risparmiatori
L'assistenza alla domanda potrà essere fatta esclusivamente ai risparmiatori muniti di tessera 2019. Per il tesseramento vai nella sezione Tesseramento Ezzelino III da Onara http://ezzelinodaonara.org/tesseramento-ezzelino-iii-da-onara/
Indicare la banca in liquidazione coatta amministrativa
*Deve essere segnalato, il possesso di partita iva e cioè lo svolgimento di attività di impresa – di libero professionista e/o la qualità di socio in qualsiasi tipo di società.

ADEMPIMENTI FISCALI IMPRESE

i problemi affrontati in questi anni e, i problemi attuali, entrambi non solo in relazione al settore bancario, ci hanno insegnato e dimostrato che la figura dei professionisti, ai quali per varie necessità ci si rivolge, è di fondamentale importanza. Spesso però viene scelto il professionista di fiducia in base al prezzo, in base alla comodità, in base alla capacità commerciale dello stesso professionista di saper vendere i propri servizi. A volte tali scelte, purtroppo quando è tardi, si rilevano deludenti e con pesanti ripercussioni.

Raramente si pone l’attenzione sull’effettiva competenza, sulla serietà, sull’onestà, sulla capacità di risolvere i problemi, sulla capacità di vedere le questioni a 360 gradi individuandone le strade che consolidano il presente e rilanciano il futuro.

Nel mondo attuale dove la tecnologia, la facilità di comunicazione, i social, fanno da padroni, si perde la capacità di riflessione, si crede che tutto sia semplice e che sia sufficiente premere un clik.

In realtà i problemi sono sempre più complessi e spesso ci vengono nascosti da quello che appare semplice.  Ma, per ottenere i risultati è, in verità, indispensabile una  sempre maggiore specializzazione e professionalità.

Per questo Ezzelino consiglia e raccomanda a tutte le imprese, indipendentemente dalla vesta giuridica e dalle dimensioni e, a tutte le persone, di rivolgersi per le loro esigenze ai professionisti dell’Associazione che ci hanno portato a ottenere i risultati della transazione 2017 di € 660 milioni con le ex Veneto Banca e ex Banca Popolare di Vicenza e alla progettazione con l’istituzione del Fondo Indennizzo Risparmiatori da € 1,5 Miliardi.

In modo particolare per qualsiasi esigenza delle imprese Ezzelino consiglia di rivolgersi allo Studio Tributarista Mazzon Loris che offre servizi di tenuta contabilità, elaborazione dichiarazioni fiscali, consulenza aziendale tributaria e fiscale, ristrutturazioni e pianificazioni aziendali di massimo livello. E’ stato siglato un accordo tra Ezzelino e lo Studio Tributarista Mazzon Loris in base al quale si potrà ottenere una prima analisi della propria attività ed impresa a titolo gratuito,  basta compilare il modulo nel nostro sito 

N.B. Si ricorda l’ultima soluzione al caos fatture elettroniche a livello Nazionale grazie al Tributarista Loris Mazzon http://ezzelinodaonara.org/2019/10/31/interpello-agenzia-delle-entrate-n389-mazzon-fatture-elettroniche-soluzione-alla-confusione-che-sveglia-i-dormienti/

Richiesta assistenza a imprese
fondo indennizzo risparmiatori consap

Fondo indennizzo risparmiatori il via della Corte dei Conti e della Consap

Roma 13 Agosto 2019

Fondo indennizzo risparmiatori

Fondo indennizzo risparmiatori pronto al via definitivo Patrizio Miatello Incontra la dirigenza della CONSAP e la CORTE DEI CONTI, che conferma la revisione (benestare Corte dei Conti) del decreto attuativo del fondo indennizzo risparmiatori già in data 09 agosto 2019 nello stesso giorno di arrivo dal M.E.F. confermando il benestare da parte dei Magistrati della Corte dei Conti in tempi da vero record, dato che il tempo in base alla legge era di 60 gg.

La conferma è stata data direttamente al nostro presidente Patrizio Miatello, a conferma che il tempo ha sempre giocato a scapito dei risparmiatori.

Per 5 ore il fondo non è stato travolto dalla crisi di Governo grazie anche al vero sostegno del Ministro Giovanni Tria, che ha mantenuto l’impegno dato alla nostra associazione in data 2 agosto 2019 in occasione del rinvio della 1 ° Festa Mondiale risparmio indennizzato, che ora potrà essere celebrata, naturalmente dopo l’avvio e la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

notizia ADNKRONOS

13 agosto 2019

Per assistenza e preparazione di documenti per l’accesso al fondo indennizzo risparmiatori compila la seguente pre-adesione gratuita al fondo

Con decreto legge crescita art. 36 del 23.04.2019 è stato modificato il fondo indennizzo risparmiatori istituito istituito il 27/12/2018 in via di attuazione per l'indennizzo del 30% per quote azionarie e del 95% per obbligazioni sul valore di acquisto dei titoli delle banche messe in liquidazione coatta amministrativa dal 15/11/2015 al 01/01/2018. Sono ammessi tutti i Soci, compresi i Soci di Veneto Banca e Popolare di Vicenza che hanno aderito alla transazione del 2017.
Viene indicato nell'estratto titoli, come codice titolo o codice ISIN
I risparmiatori con reddito annuo inferiore € 35.000 al netto di eventuali prestazioni di previdenza complementare erogate sotto forma di rendita o con patrimonio mobiliare inferiore a € 100.000,00 esclusi contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita;, previo accertamento da parte della commissione tecnica avranno priorità di controllo rispetto ai risparmiatori che abbiano sia un reddito annuo superiore a € 35.000,00 sia un patrimonio mobiliare superiore a € 100.000,00
Per la priorità e il controllo semplificato la legge fissa come limite di patrimonio mobiliare € 100.000,00 esclusi contratti di assicurazione a capitalizzazione o mista sulla vita, tale limite potrebbe in futuro con ulteriore decreto essere elevato. Ricordiamo che il socio risparmiatore che supera i 2 limiti, avrà comunque il diritto di accesso al fondo tramite il 2° binario di controllo della commissione tecnica.
Come dispone la legge sono necessari i documenti, contratto di acquisto e prova del versamento del costo versato alla ex banca. Per chi non avesse tali documenti procederemo con la richiesta.