Archivio mensile:giugno 2017

L’ARIA CHE TIRA LA7 BANCHE VENETE CANCELLATO IL NORD EST PATRIZIO MIATELLO

 

http://www.la7.it/laria-che-tira/video/patrizio-miatello-pres-ass-ezzelino-da-onara-%C3%A8-stato-cancellato-il-nord-est-29-06-2017-217390

Dona il 5X1000 PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

PANORAMA Banche Venete: così i piccoli azionisti possono tentare il rimborso

 

BANCHE VENETE SEMBRA SIA COMPROMESSO ANCHE IL FONDO WELFARE DEI € 60 MILIONI PER I CASI SOCIALI ? NON E’ POSSIBILE A RISCHIO 8000/12000 RISPARMIATORI LEGGI PANORAMA Stefano Caviglia

Mercoledì 5 luglio ore 20,30

Villa Anselmi Piazza A. Manzoni

San Giorgio in Bosco PD

confermare partecipazione via mail : ezzelino.onara@gmail.com

  1. Proposta di Istituzione di un fondo delle Vittime da reati societari degli amministratori bancari.
  2. Casi sociale il fondo welfare dei € 60 milioni deve essere garantito per decreto
  3. Insinuazione al passivo delle banche in liquidazione.
Ritenendo l’iniziativa di estrema urgenza invitiamo alla massima partecipazione

Bisogna presentare l’ISEE che non deve superare i 13 mila euro per un recupero parziale. Ma i tempi sono strettissimi e resta l’incognita liquidazione leggi articolo Panorama di Stefano Caviglia 

 Venzo Art Gioielli da vivere sostiene GIUSTIZIA RISPARMIATORI

ASSISTENZA PER RICHIESTA AL FONDO WELFARE DI VENETO BANCA E BANCA POPOLARE DI VICENZA, COMPILARE IL MODULO ENTRO 2 GIORNI RICEVERETE RISPOSTA SU COME PROCEDERE

Dona il 5X1000 GIUSTIZIA RISPARMIATORI PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

comunicato 25 giugno 2017

Gentile Risparmiatore,

come avrete appreso, Veneto Banca ha accolto la nostra richiesta di prorogare la scadenza per la presentazione del rimborso per i casi sociali.

Preme evidenziare che l’unica Associazione che si è preoccupata di formulare tale proposta è stata l’Associazione Ezzelino III da Onara, da sempre molto sensibile alle situazioni di estrema difficoltà delle persone. Nonostante la laicità dell’Associazione, la stessa si è fatta carico di portare avanti concretamente quei principi universali che troppo spesso vengono enunciati, purtroppo solo astrattamente, da chi dovrebbe essere caritatevole e solidale nei confronti delle difficoltà.

In queste ore molto difficili è doveroso ripercorrere alcune tappe fondamentali di quello che è accaduto.

1)   Il Progetto Penale Bettiol-Mazzon-Miatello, promosso dall’Associazione Ezzelino III da Onara, ha avuto come obbiettivo fondamentale l’acquisizione di tutti i documenti processuali che consentissero ai risparmiatori di formulare le proprie istanze sulla base di documenti probatori, così allontanandosi da tesi giuridicamente astratte benché moralmente condivisibili. Ciò in base al principio di buon senso “carta parla villan dorme ”.

2)   Tale Progetto era stato inizialmente completamente condiviso da parte di molte associazioni, le quali si erano impegnate a darne concreta attuazione;

3)   Gli impegni assunti dalle varie associazioni non si sono mai concretizzati;

4)   L’Associazione Ezzelino III da Onara ha proseguito in solitudine e con estrema determinazione l’attuazione del Progetto studiato, tanto da risultare, alla fine, l’unica Associazione in Italia ad aver acquisito per Veneto Banca, copia di tutti gli atti processuali;

5)   Le richieste pervenutaci da parte di professionisti e di altre Associazioni di mettere in vendita i documenti acquisiti presso la Procura di Roma, sono state tutte totalmente rigettate;

6)   Sulla base dei documenti probatori acquisiti, le prime istanze formulate dall’Associazione Ezzelino III da Onara a Veneto Banca hanno trovato soddisfacente accoglimento;

7)   la richiesta di proroga di cui in allegato ha trovato accoglimento da parte di Veneto Banca.

In conclusione da sempre l’Associazione Ezzelino III da Onara ha evidenziato come il fattore tempo fosse un elemento cardine di tutto il progetto “chi ha tempo non aspetti tempo”.

L’enorme perdita di tempo iniziale causata da tutte quelle Associazioni, in teoria interessate al bene dei risparmiatori, che astrattamente si erano impegnate a dare attuazione concreta al Progetto Bettiol-Mazzon-Miatello, ma che parallelamente ed in ombra, elaboravano percorsi diversi, ha irrimediabilmente minato il Progetto stesso compromettendo così la sorte di tutti i risparmiatori.

Preme sottolineare con estrema chiarezza che, se dalle carte processuali sembrerebbero emergere delle gravissime responsabilità da parte di tutti gli imputati ex-responsabili di Veneto Banca, dalle stesse emergono altrettante gravissime responsabilità di molti soggetti Privati, Associazioni, Industrie e rappresentanti delle stesse, che benché non ancora interessati in prima persona da provvedimenti della Magistratura, sono totalmente solidalmente responsabili quantomeno moralmente, del tracollo di Veneto Banca.

Soggetti e situazioni dei quali non si è mai parlato ed ancora non si continua a parlare.

Per la ricostruzione del tessuto economico-sociale del nostro territorio è indispensabile che tutti i responsabili morali e giuridici di questa catastrofe vengano individuati dalla società, al fine di estromettere dall’opera di ricostruzione futura quei parassiti che continuerebbero a minarla.

Cordialità.

Associazione Ezzelino III da Onara

GOVERNO GENTILONI STATO DI EMERGENZA VENETO BANCA E BANCA POPOLARE DI VICENZA

Illustre  Presidente Paolo Gentiloni  

Presidente del Consiglio dei Ministri 

del Governo Italiano
 
Da più di 2 anni abbiamo assistito migliaia di Soci Risparmiatori vittime della malagestio e del sistema che ha portato Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza ad azzerare i risparmi a 205.000 famiglie per un importo di € 19,6 Miliardi di Euro, risparmi accantonati in quote azionarie delle 2 banche Cooperative poi trasformate in seguito alla legge 33/2015 in SPA e azioni passate da € 62,50 e da € 40,50 a € 0,10.
Grazie al servizio Regionale di psicologi Inoltre che ci ha supportato sono stati assistiti e salvati 189 Risparmiatori a rischio, con il nostro progetto plurimo penale Soci Risparmiatori , abbiamo perseguito gli ex vertici per i reati di aggiotaggio e ostacolo della vigilanza, trovando una via concreta di Giustizia, da tutti richiesta che ha dato speranza a centinaia di migliaia di persone, portandoci ad acquisire gli atti della Procura della Repubblica di Roma procedimento n°60908/14 per reati di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza, che dimostrano gravi responsabilità di tutto il sistema bancario, dei controlli e tanto altro.
Le Banche il 10 gennaio 2017 con € 600 milioni + 60 milioni welfare hanno proposto una transazione tombale del 15% se pur insoddisfacente 119.000 soci la hanno accettata dolorosamente, sacrificando i loro sacrosanti diritti di risparmiatori tutelati dall’art 47 della Costituzione, per il bene del futuro della banca, gli altri circa 90.000 soci sono stati esclusi o non hanno accettato la transazione.
Abbiamo ottenuto dalle 2 banche la possibilità di trattare delle transazioni particolari per i Casi Sociali ai quali sono stati assegnati i 60 milioni di Euro welfare, permettendo di accedere anche ai soci che già avevano firmato la transazione tombale del 10/1/2017, con il certificato ISEE al di sotto di 13.000/26000 €, in modo da salvare il più possibile persone a rischio, purtroppo la richiesta del certificato ISEE in questo particolare momento è problematica in quanto i CAF sono in piena attività per le denunce dei redditi, per questo motivo il 17.06.2017 abbiamo richiesto alle banche la possibilità di prorogare i termini del 30/06/2017 e 07/07/2017 ( vedi richiesta allegata) la nostra richiesta è stata condivisa dalla maggior parte dei 579 Sindaci e riportata ai 2 Istituti che hanno confermato di inserirla nel prossimo CDA, inoltre per molti altri i Soci Risparmiatori avevamo ottenuto la possibilità di trattare una transazione individuale soddisfacente.
Gli eventi delle ultime ore sembra possano fare saltare ogni speranza per quanto sopra, ritenendo di assoluta e estrema importanza che nel decreto che state emanando vengano considerati e messi in sicurezza i Risparmiatori come sopra indicato con la presente vi preghiamo di valutare e inserire nel decreto i seguenti punti:
 
1) Permettere la proroga delle scadenze relative ai casi Sociali Welfare
2) Permettere la transazione individuale o collettiva dei Risparmiatori rimasti fuori dalla 1° transazione
3) Istituire un Fondo Vittime da reato finanziario di aggiotaggio e ostacolo della vigilanza
4) Valutare la possibilità di ripristinare in qualche maniera le 2 Banche con il progetto di fusione, vista l’offerta di € 1,6 miliardi del Fondo Sound Point Capitale datata 30 maggio 2017 come allegato, pregandovi di valutare che il costo dell’Apocalisse economica che trascinerà il Veneto, L’italia e l’Europa causato dalla chiusura delle 2 banche Venete può giustificare qualche sanzione Europea, visto che l’Italia ne paga tante per problemi sicuramente inferiori a questo.
 
Nell’augurarVi buon lavoro per domani, sperando che il decreto in emanazione consideri quanto da noi indicato porgiamo cordiali saluti
 
Patrizio Miatello tel 3357431389

EZZELINO III DA ONARA

Associazione Giustizia Risparmiatori Bettiol/Mazzon

P.I. 04865510285-C.F. 90016870280 Iscritta Albo Regione Veneto PS/PD0424

Via Don Barison 36 – 35019 ONARA di TOMBOLO PD

Tel 3357431389 mail ezzelino.onara@gmail.com www.ezzelinodaonara.org

Dona il 5X1000 ABBIAMO PIEGATO LE BANCHE PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

QUESTA SERA DIRETTA TV NAZIONALE CON RETE 4 ORE 20,00 DALLO STUDIO MAZZON PADOVA

IL TEMPO NON C’ERA PRIMA ORA E’ SCADUTO COMPLETAMENTE.

Ritenendo il momento estremamente delicato, visto che tutti danno per scontato che le 2 banche verranno vendute per 1 € e qualsiasi contenzioso con i Risparmiatori verrà dimenticato, noi siamo convinti che con il nostro progetto GIUSTIZIA RISPARMIATORI BETTIOL/MAZZON  non sarà così le banche vanno avanti e le porteremo a delle transazioni individuali soddisfacenti.

LIQUIDAZIONE CON UNA BANCA PONTE 8 CHE FARA’ IL CONTROPELO SUL PASSATO) E CESSIONE DI RAMO D’AZIENDA CON I DIPENDENTI (anche a € 0,01 e così chi compra risparmia una montagna di soldi) CHE SALVI LA CONTINUITA’ DELLE 2 BANCHE ( come da proposta di Patrizio Miatello 2 ottobre 2015)

Abbiamo organizzato una diretta TV Nazionale per questa sera :
 
RETE 4 programma Dalla Vostra Parte dalle ore 20,00 alle ore 21,30, 
dallo Studio 24 del Tributarista Loris Mazzon
Via Ponte Vigodarzere n 114
PADOVA
IN LINEA CON QUELLO CHE DI CONCRETO ABBIAMO GIA’ FATTO DAL 18 OTTOBRE 2016 FINO A OGGI CON IL PROGETTO PENALE PLURIMO GIUSTIZIA RISPARMIATORI , CHE HA PORTATO LE BANCHE CON € 600 MILIONI + € 171 MILIONI DI TASSE RISPARMIATE ALLA 1° TRANSAZIONE PER 119000 SOCI (che se anche insoddisfatti prima, ora contenti di avere portato a casa almeno il 15%) NOI ANDIAMO AVANTI E CHI CI HA SEGUITO E CI SEGUIRA’ PORTERA’ A CASA IL MASSIMO CON IL MINIMO.
Vi aspetto Patrizio Miatello tel 3357431389
*Alleghiamo il comunicato inviato ai Sindaci e che questa sera daremo in diretta TV, facendo nuovamente un appello al Governo Italiano.
 

Ai 579 Sindaci del Veneto 

Salviamo il nostro futuro

Nonostante in questi giorni venga già dato per scontato la fine delle nostre 2 banche ex Popolari, tutti assieme dovremmo lavorare per impedirlo , è inammissibile, umiliante e impensabile che qualcuno possa prendersi tutta l’economia del Veneto lasciando fuori tutti i problemi solo con 1 € sarebbe la fine per tutto il Nordest, l’Italia e l’Europa un’Apocalisse Economica per tutti nessuno escluso.

Pertanto la grave situazione di stato di emergenza economica ci deve portare tutti a sollecitare il Governo Italiano con le proprie conoscenze dirette o indirette, che possa trovare una soluzione (e ce ne sono molte) articolata, complessa, speciale ma che metta in sicurezza la GIUSTIZIA PER I RISPARMIATORI (con il progetto Bettiol/Mazzon) riguardante il passato dando continuità alle nostre banche per un nuovo inizio.

Il 17 giugno abbiamo presentato alle 2 banche la richiesta di proroga dei termini e modifica per la richiesta di utilizzo del fondo welfare (vedi allegato), da Veneto Banca abbiamo già avuto la conferma che verrà discussa nel prossimo CDA, anche Popolare di Vicenza dovrebbe fare altrettanto vista la risposta data al Sindaco di Vicenza Achille Variati.
Ieri la Signora Luisa Risparmiatore di Vedelago TV nostra associata, con Banca Popolare di Vicenza abbiamo firmato la seconda transazione al 70% sommata alla prima del 15% ha recuperato l’ 85% dei suoi risparmi , la Signora Luisa ha ripreso la voglia “di correre” di vivere che aveva perso, per mancanza di fiducia su tutto e tutti.
Sono migliaia i Risparmiatori che con 60 milioni di euro possono essere salvati, salviamoli.
Restando a Vostra completa disposizione per eventuale assistenza e presentazione della richiesta di transazione welfare o individuale, porgiamo cordiali saluti.
 
Patrizio Miatello tel 3357431389
 

EZZELINO III DA ONARA

Associazione Giustizia Risparmiatori progetto Bettiol/Mazzon/Miatello

P.I. 048665510285-C.F. 90016870280 Iscritta Albo Regione Veneto PS/PD0424

Via Don Barison 36 – 35019 ONARA di TOMBOLO PD

Tel 3357431389 mail ezzelino.onara@gmail.com www.ezzelinodaonara.org

Dona il 5X1000 ABBIAMO PIEGATO LE BANCHE PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

RICHIESTA PROROGA E MODIFICA WALFARE VENETO BANCA E POPOLARE DI VICENZA

Spett.le Banca Popolare di Vicenza;

Spett.le Veneto Banca;

Spett.le Dott. Viola;

Spett.le  Dott. Mion;

Spett.le Dott. Lanza;

Spett.le Dott. Carrus;

e p.c.

Consigli di Amministrazione;

Soci risparmiatori tutti.

 

Oggetto: richiesta di modifica e di proroga iniziativa welfare.

 

Spett.le Banca Popolare di Vicenza,

Spett.le Veneto Banca,

il sottoscritto Patrizio Miatello, presidente dell’Associazione Ezzelino III da Onara, per conto:

  • dei propri rappresentati soci-risparmiatori;
  • di tutti i soci-risparmiatori di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca che si trovano in condizioni di disagio economico-sociale;

segnalo che:

  • molti soggetti ricadenti all’interno del perimetro delle rispettive iniziative “welfare” promosse da Banca Popolare di Vicenza e da Veneto Banca, stanno avendo difficoltà nel rilascio del modello ISEE. In modo particolare, a causa del concentrarsi di moltissimi adempimenti fiscali scadenti nel medesimo periodo individuato dai due Spett.li Istituti Bancari per presentare le proposte di adesione welfare, ci viene riferito che in molti casi gli appuntamenti fissati dai vari centri di assistenza fiscale per l’elaborazione del modello ISEE vanno oltre al termine ultimo individuato dalle due Banche per aderire alle proposte di transazioni “welfare”.

Dal momento che:

  • per Banca Popolare di Vicenza il termine ultimo “welfare” è fissato per il 07.07.2017;
  • per Veneto Banca il termine ultimo per il “welfare fascia B” è fissato per il 30.06.2017;
  • per Veneto Banca il termine ultimo per il “welfare fascia A” è fissato per il 31.07.2017;
  • le recenti notizie hanno comportato uno stallo anche in tutti i risparmiatori “welfare”;
  • la diffusione dell’iniziativa welfare non è stata adeguatamente promossa nemmeno dagli organi di stampa;

CHIEDO

  • ad entrambi gli Istituti di disporre una consistente proroga dei termini di adesione al “welfare”;
  • ad entrambi gli Istituti di riunire ed unificare le rispettive scadenze per la presentazione delle istanze “welfare”;
  • a Banca Popolare di Vicenza di apportare quelle modifiche alla proposta welfare formulata, per renderla identica a quella di Veneto Banca.

Tali proposte vanno tutte nella direzione di tentare di ricostruire un clima di fiducia tra Banche e correntisti in modo da proiettare i due Istituti verso la continuità futura in qualsiasi forma essa troverà attuazione.

Distinti saluti.

Patrizio Miatello

 

Padova lì 17.06.2017

N.B. Si comunica a tutti i Soci Risparmiatori visto il poco tempo rimasto  l’Associazione si è strutturata tramite i suoi Professionisti  per l’assistenza e compilazione dell’ISEE chiunque potrà chiedere aiuto.

 

 

LA7 BANCHE VENETE IL MOMENTO DELLA VERITA’

Servizio LA7 . Giorni decisivi per il salvataggio delle due banche venete sull’orlo del fallimento, Popolare di Vicenza e Veneto Banca per le quali il Ministro Padoan ha escluso il bail-in.  La strada indicata dall’associazione Ezzelino con il progetto GIUSTIZIA RISPARMIATORI Bettiol-Mazzon-Miatello si è rivelata efficace e concreta nel perseguire i reati di aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza, che gli ha permesso di accedere per primi agli atti della Procura di Roma.  Purtroppo per I risparmiatori truffati che hanno fatto altre strade come la denuncia per truffa e estorsione ora  il rischio di prescrizione o archiviazione è elevato (Marco Todarello)

Intervista a Franco Carpin, Antonio Sella, Patrizio Miatello

 

Dona il 5X1000 ABBIAMO PIEGATO LE BANCHE PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

Aggiornamento Banche & Giustizia Risparmiatori

Gentili Soci Risparmiatori associati e simpatizzanti,

finalmente con soddisfazione constatiamo che i nostri appelli volti a lavorare uniti per uno scopo comune, senza strumentalizzazioni o interessi di parte, iniziano a restituire riscontri positivi.

 Siamo convinti che solo risolvendo alla radice i problemi delle nostre 2 banche popolari, si potrà invertire la spirale di distruzione economica e sociale che sta distruggendo il Veneto, e che non farà altro che travolgere l’Italia e l’intera l’Europa, dato l’effetto trainante che da sempre la nostra terra garantisce al sistema Paese.

 Gioielli da vivere sostiene GIUSTIZIA RISPARMIATORI

 Prendiamo atto che  dopo 2 anni di lotte inascoltate, finalmente tutto il mondo politico e le associazioni di categoria, stanno percependo la concreta consapevolezza che l’annunciata apocalisse economica si sta inesorabilmente attuando, ed almeno adesso, anche se con estremo ritardo, si sta cercando di trovare una soluzione che miri al salvataggio delle due banche venete.

Non deve essere travisato però il concetto di “salvezza” delle banche, che ha già visto effettuare un bail-in di fatto su migliaia di Soci Risparmiatori, che sulle nostre due banche avevano posto la loro FIDUCIA.

 Anche per questo vogliamo ricordare a tutti quelli che hanno un ruolo di responsabilità sulle delicate questioni in corso, che una BANCA SENZA FIDUCIA  è una BANCA SENZA VALORE.

 Per questo da sempre abbiamo chiesto di poter arrivare ad una transazione soddisfacente, che possa tutelare sia gli interessi dei risparmiatori, sia la necessità dei due istituti di recuperare fiducia e valore in un contesto difficile.

 Non possiamo dimenticare però che se ogni giorno ci avviciniamo di più a questo obbiettivo difficile, lo dobbiamo innanzi tutto ai 300 Soci Risparmiatori e ai nuovi aderenti che ci hanno dato fiducia, permettendoci di attuare il progetto Plurimo Penale GIUSTIZIA RISPARMIATORI Bettiol/Mazzon/Miatello, (lista dei nomi Soci Risparmiatori inviata alla Regione Veneto).

 Solo con la loro costituzione a parte offesa nel processo agli ex vertici, per Aggiotaggio ed ostalo della vigilanza, dal 18 ottobre 2016 siamo riusciti a ottenere i documenti della Procura di Roma e a cambiare il corso degli eventi e della storia.

 Abbiamo messo un tassello fondamentale, che ha costretto le due banche ad approvare l’azione di responsabilità contro gli ex vertici, con la conseguente offerta transattiva del 10 gennaio 2017 di € 660 Milioni maggiorati dall’esenzione di tasse da transazione del 26% pari a ulteriori € 171,6 Milioni

 Abbiamo sempre detto che l’offerta era insoddisfacente, tuttavia non può essere dimenticato che nessuno era mai riuscito a piegare 2 banche senza nemmeno celebrare un processo, facendole restituire la somma di 660 milioni di € a ristoro dell’acquisto di azioni illiquide, caso unico al Mondo.

 Siamo orgogliosi anche dell’ulteriore modifica a vantaggio dei casi sociali, che abbiamo da sempre sostenuto.

 Nelle transazioni Welfare infatti, l’innalzamento dell’ISEE a € 26.000, darà la possibilità a molti di recuperare il risparmio perduto, aprendo la possibilità di trattativa anche per chi aveva già firmato la precedente transazione pur essendo tombale.

 Dando seguito alle nostre richieste, le 2 Banche stanno dimostrando la concreta volontà di voler tornare a fare le banche, e per questo seppur con cautela stiamo restituendole un po’ di fiducia.

Ai 119.000 Soci che hanno deciso di accettare la transazione insoddisfacente del 15%, sacrificando l’ 85% dei loro risparmi per circa 10 MILIARDI DI EURO, vogliamo dire che stiamo lavorando per promuovere degli strumenti che possano garantire concretamente delle forme di recupero legate al futuro delle 2 banche.

 A tutti questi risparmiatori, confermiamo inoltre che la transazione da loro sottoscritta, non è assolutamente soggetta a tassazione, come più volte ribadito.

Rispetto ai Soci Risparmiatori storici, ovvero quelli precedenti al 31/12/2006 e che per ora sono stati esclusi, vogliamo dire alle 2 banche che nemmeno loro possono essere dimenticati, dato che si tratta delle loro stesse fondamenta.

Quanto sopra come già dichiarato nelle 2 ultime assemblee di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, sarà la linea che la nostra Associazione seguirà.

Ancora una volta le nostre previsioni si avverano. Infatti, come dichiarato l’8 giugno 2017 nella serata di Montebelluna e precedentemente scritto, le banche troveranno i soldi per questo ulteriore salvataggio.

 A tutti gli iscritti, ma soprattutto a chi è ancora indeciso, ricordiamo che l’Associazione Ezzelino III da Onara  ed i professionisti da questa incaricati, stanno perseguendo le finalità da sempre comunicate, cercando di mantenere fermo il timone verso l’obbiettivo, nonostante le tempeste in atto.

 Capiamo che l’indecisione od i ripensamenti su questioni come queste siano all’ordine del giorno, tuttavia ad ognuno di voi, chiediamo di permettere ai professionisti di portare a termine il duro lavoro di cui si sono fatti carico, che comporta un attento studio delle prove, sulle quali solo l’Associazione Ezzelino può operare.

 Come più volte ripetuto è nostro e vostro interesse, arrivare prima possibile all’obbiettivo di una transazione individuale soddisfacente.

 Ci auguriamo di poterlo fare prima dei processi penali a carico degli ex vertici delle banche in modo da evitare dispendiose battaglie legali che si renderebbero peraltro necessarie.

Ringraziamo i professionisti Prof. Rodolfo Bettiol ed il Tributarista Loris Mazzon che hanno progettato l’iniziativa Penale Plurima Giustizia Risparmiatori.

 Estendiamo il ringraziamento anche a chi supporta attivamente l’Associazione Ezzelino III da Onara, Dario Pozzobon, De Bortoli Vitale, Franco Carpin , Francesca Scatto, Bobo Miatello, Francesco Gonzo, Monica Pimpinato, Benedetto Costantino, Donatella Venzo, Luca Pierobon  in questa battaglia a favore delle verità e della giustizia ed a tutti coloro che intendano diventare portatori di interessi sani e positivi.

 Il Presidente dell’Associazione Ezzelino III da Onara

Patrizio Miatello tel 3357431389

Dona il 5X1000 ABBIAMO PIEGATO LE BANCHE PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

BANCHE IL FONDO REGIONE PER UNA CONSULENZA TECNICA DEI RISPARMIATORI

Alla Regione Veneto Illustre Governatore Luca Zaia

A tutte le Associazioni

Giovedi 8 giugno alle 20.30, l’Associazione Ezzelino da Onara incontra gli azionisti di Veneto Banca all’Auditorium Bachelet di Montebelluna 

VENETO BANCA E BANCA POPOLARE DI VICENZA GIUSTIZIA RISPARMIATORI
CONFERENZA STAMPA CON I GIORNALISTI

Dona il 5X1000 ABBIAMO PIEGATO LE BANCHE PER LA VERITA’ DEL PASSATO DEL PRESENTE PER AVERE GIUSTIZIA E FUTURO è possibile chiedere di destinare alla Associazione Ezzelino III da Onara il 5×1000 della propria dichiarazione dei redditi. Sarà sufficiente inserire CODICE FISCALE  90016870280 sul primo riquadro in alto a sinistra del modulo per la dichiarazione dei redditi.

 Gioielli da vivere sostiene GIUSTIZIA RISPARMIATORI<

La verità di  Vitale De Bortoli ex Consigliere di Veneto Banca cacciato nel 2006 Socio non gradito, perchè pretendeva che la banca facesse la banca, le verità dalle carte della Procura di Roma.

Intervengono il Prof. Avv Rodolfo Bettiol, il tributarista Loris Mazzon, Dario Pozzobon e Patrizio Miatello

per fare il punto della situazione alla luce delle ultime informazioni acquisite dagli atti della Procura della Repubblica di Roma.

Il fondo della Regione per una consulenza tecnica dei Risparmiatori nei procedimenti per aggiotaggio e ostacolo alla vigilanza a beneficio di tutti

Forniremo aggiornamenti a quanti hanno già deciso di aderire al Progetto Giustizia Risparmiatori ed a chi ancora dubbioso, non ha preso una decisione sulla strada da seguire per riavere il denaro perduto con l’azzeramento delle azioni di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza

Siamo stati riconosciuti dal Tribunale come titolati per l’utilizzo degli atti, ed in questa fase stiamo già lavorando con Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza  per cercare una transazione soddisfacente per i nostri iscritti, in modo da evitare ad entrambi lunghe battaglie legali.

Siamo prudenti, ma sembra che siamo sulla buona strada, contiamo di chiudere molte azioni a favore dei nostri associati, partendo come sempre dai casi più meritevoli di tutela.

Quanto alla polemica scoppiata sui nomi di quanti sono stati privilegiati, i cosiddetti “scavalcanti” con l’appello reso a Rete Veneta, abbiamo voluto fare leva sulla coscienza di quei fortunati a cui la Banca ha riacquistato le azioni al massimo del valore.

Sappiamo che molti dei politici locali dell’attuale e delle precedenti amministrazioni di Montebelluna, possiedono od hanno posseduto azioni di Veneto Banca.

Sappiamo che alcuni di loro, sono stati beneficiati dalla restituzione totale o parziale dei risparmi accantonati e non vorremmo che questo gli impedisse di sostenere un’azione legale a favore dei molti cittadini Montebellunesi truffati.

Speriamo comunque che anche questi fortunati decidano di compiere, un gesto di solidarietà a favore di quanti li hanno eletti a rappresentanza del territorio, sostenendo concretamente l’Associazione Ezzelino III da Onara.

Di questo e di molto altro parleremo giovedì alle 20.30 all’Auditorium Bachelet.

ë