Richiesta incontro al Senato Risparmiatori vittime Veneto Banca e banca Popolare di Vicenza

A seguito delle nostre richieste del 12 luglio 2017 e impegno da parte del Governo e della Camera vedi ordine del giorno approvato :

Legislatura 17 Atto Camera Ordine del Giorno 9/04565-A/142 on. Simonetta Rubinato

impegna il Governo

ad assumere con prossimi provvedimenti, ogni iniziativa, utile ad assicurare in tempi ragionevoli il rimborso del credito risarcitorio o restitutorio dei risparmiatori clienti delle Banche di cui sia stata carpita la buona fede, con violazione dei doveri d’informazione del cliente e di corretta esecuzione delle operazioni da parte dei soggetti autorizzati alla prestazione dei servizi di investimento finanziario, per indurli all’acquisto o detenzione di azioni, e il cui diritto di recesso al momento della trasformazione delle Banche in società per azioni sia stato limitato secondo quanto previsto da Banca d’Italia, anche in deroga a norme di legge, con particolare attenzione alle vittime che versano in condizione di disagio sociale;
a salvaguardare la stabilità del sistema produttivo veneto, attraverso ulteriori iniziative anche normative per garantire continuità alle linee di credito già concesse, attivando ove necessario i meccanismi di garanzia e co-garanzia previsti dalle vigenti leggi in modo che l’eventuale incapienza della garanzia sui finanziamenti concessi a imprese o singoli imprenditori dalle banche oggetto delle cessioni possa essere coperta – sia in termini di congruità che di durata – ad esempio dal Fondo di pubblico di garanzia cosiddetto «Bersani» di cui alla legge n. 662 del 1996 e dal Fondo Regionale del Veneto di Garanzia ex LR n. 19/2004;
ad attivarsi in tutte le sedi competenti perché sia fatta chiarezza su quanto accaduto nella gestione di Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca e siano accertate le relative responsabilità, ad ogni livello, dando ogni supporto organizzativo necessario all’operatività degli uffici giudiziari preposti alle indagini nei confronti degli ex vertici aziendali, sia in sede penale sia in sede di liquidazione coatta amministrativa, anche per il fattivo recupero alla massa attiva di tutti i beni, mobili ed immobili, loro appartenenti per consentire la soddisfazione delle ragioni di tutti i creditori.

Legislatura 17 Atto Camera Ordine del Giorno 9/04565-A/129 on. Sara Moretto 

impegna il Governo
a valutare la possibilità di garantire che gli indennizzi erogati ai soci ai sensi delle offerte pubbliche di transazione presentate da Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca non siano in ogni caso soggetti ad azione revocatoria da parte dei commissari liquidatori intervenuti ai sensi del decreto legge 25 giugno 2017, n. 99, e di escludere le somme erogate ai soci che hanno aderito alle suddette offerte dalla base imponibile dell’imposta sul reddito delle persone fisiche.

Legislatura 17 Atto Camera Ordine del Giorno 9/04565-A/130 on. Federico Ginato

impegna il Governo

ad assicurare che le banche poste in liquidazione coatta amministrativa ai sensi del decreto-legge 25 giugno 2017, n. 99, rispondano dei danni derivanti dal contenzioso con gli azionisti e a garantire la disponibilità di risorse funzionali alle azioni risarcitorie di chi è stato leso dalle condotte tenute in sede di collocamento e di esecuzione degli ordini di vendita, anche promuovendo l’istituzione di un fondo di solidarietà ad hoc volto a concedere un rimborso preferenziale per le perdite ingiustamente subite dai suddetti azionisti, a tal fine prevedendo la possibilità di contributi al fondo dello stesso sistema bancario.

In previsione del passaggio al Senato della Repubblica per il 26-27 luglio, con la presente chiediamo un incontro con il gruppo dei Senatori di tutti I movimenti e partiti per le seguenti proposte già discusse e approvate con impegno del Governo e della Camera dei deputati e ulteriori 2 punti di enorme e vitale importanza:

RICHIESTE AL SENATO CONFERMA IMPEGNO DEL GOVERNO E DELLA CAMERA

1) Il Fondo Welfare € 60 milioni per i casi sociali deve essere garantito    

2) Istituzione Fondo Vittime da reati societari degli amministratori Bancari

3) Il Fondo di € 180 milioni va garantito per le transazioni individuali

4) Garanzia e tutela del rischio revocatoria per i Risparmiatori che hanno transato con proposta transazione del 10 gennaio 2017

5) Giustizia Risparmiatori chi ha sbagliato deve pagare rafforzamento della magistratura

6) Tutela per tutti i Risparmiatori e Imprese (linee di credito a rischio), in particolare a quelli che hanno subito finanziamento  per acquisto quote delle banche cooperative trasformate in azioni e finti NPL (crediti in contenzioso)

7) Art 47 della Costituzione siamo Risparmiatori lo Stato deve tutelare il Risparmio, insinuazione al passivo della liquidazione  come creditori privilegiati

8) Palazzo Thiene e le opere d’arte contenute di valore inestimabile chiediamo possano rimanere nelle disponibilità dello Stato o Ente Statale che ne conservi e ne tuteli l’infinito valore artistico, in modo che rimanga di pubblica utilità.

In attesa di un Vostro gradito riscontro porgiamo cordiali saluti

Patrizio Miatello tel 3357431389

 
image

 

— 

EZZELINO III DA ONARA

Associazione Giustizia Risparmiatori

P.I. 04865510285-C.F. 90016870280 Iscritta Albo Regione Veneto PS/PD0424

Via Giacomo Leoardi 2/A – 35019 ONARA di TOMBOLO PD

Tel 3357431389 mailezzelino.onara@gmail.comwww.ezzelinodaonara.org

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...