PROGETTO GIUSTIZIA RISPARMIATORI VENETO BANCA POPOLARE VICENZA COME ADERIRE

PROGETTO GIUSTIZIA RISPARMIATORE BETTIOL/MAZZON/MIATELLO

Come aderire,

 

1) Per accedere al progetto Giustizia Risparmiatore richiedere appuntamento personalizzato

A seguito della offerta di transazione di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza il progetto Azione Plurima Penale Bettiol/Mazzon in data 15 gennaio 2017 il progetto si trasforma in PROGETTO GIUSTIZIA RISPARMIATORE DI BANCA POPOLARE DI VICENZA – VENETO BANCA
TALE PROGETTO:
             NON E’ UNA SEMPLICE QUERELA;
             NON E’ UN  SEMPLICE ESPOSTO;
             NON E’ UNA SEMPLICE PROTESTA;
             NON E’ UN SEMPLICE RECLAMO;
             NON E’ UNA SEMPLICE CAUSA CIVILE;
             NON E’ UN SEMPLICE TENTATIVO DI MEDIAZIONE;

SI TRATTA INVECE DI UN INSIEME PRECISO ED ARTICOLATO DI AZIONI STUDIATE APPOSITAMENTE PER FAR RECUPERARE I SOLDI RUBATI DALLE BANCHE.

Storia del progetto, periodo di progettazione Agosto 2016,

Progettisti Professore Avv. Rodolfo Bettiol docente procedura penale, Tributarista Loris Mazzon, promozione e sviluppo rag. Patrizio Miatello, con  consulenza per il diritto civile Professore Avv. Benedetto Costantino docente diritto civile internazionale, Avv . Francesca Scatto diritto Civile, Avv. Monica Pimpinato diritto civile.

Condizione fondamentale l’urgenza si doveva partire  entro i primi di Settembre 2016, onde evitare di dare la possibilità alle banche di organizzarsi per contrastare il progetto, e con la massima partecipazione dei Soci Risparmiatori.

5 settembre 2016 data di prevista di partenza con la condivisione e richiesta di partecipazione di tutte le associazioni   al Progetto Bettiol/Mazzon con vari  incontri pubblici 5 ottobre 2016 e 12 ottobre 2016

18 ottobre 2016, lancio del progetto  in maniera autonoma dalla Associazione Ezzelino III da Onara per il calcolo delle quote di costo.

16 Novembre 2016 Veneto Banca l’assemblea approva azione di responsabilità ex CDA e amministratori, precedentemente mai considerata.

17 Novembre 2016 intensificazione di serate per promozione e informazione del nostro progetto.

01-02-03 Dicembre 2016 diffusione di notizie false contro il progetto plurimo penale,  che hanno provocato una latissima percentuale di disdette.

04  Dicembre 2016, procediamo al ricalcolo quote adesione e rilancio con intensificazione di serate per promozione

13 Dicembre 2016 Banca Popolare di Vicenza l’assemblea approva azione di responsabilità ex CDA e amministratori (precedentemente con stessa compagine sociale non approvato)

14 Dicembre 2016 ulteriore nostra intensificazione di serate e promozione del progetto plurimo penale, rimarcando l’importanza del tempo, chi ha tempo non aspetti tempo.

28 Dicembre 2016 la Procura di Roma chiude le indagini per Veneto Banca.

28 Dicembre 2016 parte la nostra corsa contro il tempo ormai scaduto, per i rimanenti 30 giorni.

09 Gennaio 2017 Banca popolare di Vicenza e Veneto Banca, comunicano l’offerta di Transazione generale a 169.000 Soci Risparmiatori, transazione INSODDISFACENTE di  € 9,00 e del 15% , con 660 milioni di euro, caso unico nella storia.

15 Gennaio 2017 il progetto Plurimo Penale si trasforma in Progetto Giustizia Risparmiatore Bettiol/Mazzon/Miatello

30 Marzo 2017 Acquisite le prove di Veneto Banca dalla Procura di Roma, esclusivamente dalla nostra Associazione Ezzelino III da Onara : PANORAMA, https://ezzelinodaonara.org/2017/04/06/panorama-veneto-banca-la-verita-e-la-giustizia-risparmiatori-avanza/

6 Aprile 2017 Banca Popolare di Vicenza chiede € 2 Miliardi di danni agli ex vertici della Banca (un acconto per i Soci Risparmiatori)

GIUSTIZIA RISPARMIATORE BETTIOL/MAZZON/MIATELLO

Punti, in sintesi, del progetto GIUSTIZIA RISPARMIATORE banche popolari Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza, facciamo giustizia e recuperiamo i risparmi

Il Professor Avvocato Rodolfo Bettiol e il Tributarista Loris Mazzon interverranno per conto dei Soci  nei procedimenti penali per una azione plurima comune dei risparmiatori di Banca Popolare di Vicenza e di Veneto Banca;

Tali professionisti interverranno nei procedimenti penali pendenti a carico dei dirigenti e sindaci delle due banche innanzi alla Procura di Roma e di Vicenza

Le fasi: costituzione, come parte offesa, costituzione di parte civile all’udienza preliminare, alcuni dei vantaggi in sintesi:

Primo vantaggio: l’unicità delle ragioni della causa intentata, in particolare l’aggiotaggio, rende possibile l’azione in comune di più persone danneggiate.

Secondo vantaggio: con un numero adeguato di partecipanti il costo per il singolo è sicuramente inferiore al costo di una causa civile.

Terzo vantaggio: non esiste rischio di rifondere le spese alla controparte in caso di soccombenza.

Quarto vantaggio fondamentale: nel processo penale non opera l’art. 7 della Legge Bancaria che pone il segreto sugli atti di indagine della Banca d’Italia anche innanzi al Giudice Civile o in altre  procedure di mediazione. L’onere della prova è quindi del tutto alleggerito a favore degli attori che vengono inoltre a disporre di tutti gli atti di indagine (es. sequestri, intercettazioni) altrimenti non acquisibili né nel processo civile né tramite altri procedimenti conciliativi.

Quinto vantaggio:  Gestione di tutte le eventuali problematiche dei Soci risparmiatori derivanti dai rapporti passati ed in essere con la banca, con l’assoluta certezza di trovare la più ampia tutela dei loro interessi.

Sesto vantaggio: all’iniziativa potranno partecipare anche i Soci che hanno già iniziato altre procedure e tutte le associazioni.

Settimo vantaggio: in caso di transazione (obbiettivo principale) o di vincita sarà la banca a pagare i professionisti.

Ottavo vantaggio: il procedimento interessa tutti i Soci, anche prima del 2006, attualmente l’unico a dare la possibilità di recupero ai vecchi Soci

E’ importante vengano fatti i RECLAMO 1 RISPARMIAORE e RECLAMO 2 TRANSAZIONE come da nostre indicazioni. 

Promotore  Associazione Ezzelino III da Onara

Patrizio Miatello