Archivi categoria: Senza categoria

Verifica novità piattaforma CONSAP Fondo indennizzo Risparmiatori

Comunicato importante per tutti i Risparmiatori

Gentile Risparmiatore,

a seguito nelle novità introdotte dal 15.10.2019 nella piattaforma CONSAP ai fini della presentazione della richiesta per l’accesso al F.I.R., l’Associazione ha dato incarico al Tributarista Mazzon Loris di verificarne le novità. Ecco la prima sintesi del suo lavoro.

A seguito di incarico ricevuto dall’Associazione Ezzelino III da Onara ho proceduto a verificare le nuove funzionalità presenti dal 15.10.2019 nella piattaforma da utilizzare per la richiesta dell’accesso al F.I.R..

Fin dall’inizio ho notato che del così detto “valore di carico medio fiscale” (nuovo campo introdotto nella piattaforma) non vi è alcuna traccia nella legge regolamentante il F.I.R..

Né tanto meno tale valore ha alcun significato per il calcolo dell’ammontare del rimborso spettante al risparmiatore.

A seguito di ciò ho presentato regolare domanda di chiarimento al F.I.R., proponendo nella stessa la mia interpretazione, che riporto integralmente:

DOMANDA DEL 15.10.2019 ORE 22.09

Da: noreply-fircontatti@consap.it <noreply-fircontatti@consap.it>
Inviato: martedì 15 ottobre 2019 22:09
A: noreply-fircontatti@consap.it <noreply-fircontatti@consap.it>
Oggetto: Notifica richiesta informazioni – Fondo Indennizzo Risparmiatori Consap S.p.A.

Gentile LORIS MAZZON,
abbiamo ricevuto la tua richiesta di informazioni proveniente dal Portale Fondo Indennizzo Risparmiatori; ti risponderemo quanto prima.

Di seguito riepiloghiamo i dati della tua richiesta.

Argomento della richiesta

Altro

Messaggio

Spett.le Consap, prendendo atto delle nuove funzionalità della piattaforma dal 15.10.2019, si chiede la conferma che, in ogni caso, l’ammontare della base di calcolo dell’eventuale rimborso è sempre costituita, per le azioni, dal 30% del costo di acquisto, inclusi gli oneri fiscali, così come previsto dal comma 496 legge 30.12.2018 n.145. Si potrà dunque tralasciare il concetto di valore fiscale invece rilevante per fattispecie diverse rispetto alla specificità della normativa F.I.R. Cordialità.

Ticket ID

191015_0069

Cordiali Saluti

Consap S.p.A. – Servizio Fondo Indennizzo Risparmiatori

RISPOSTA RICEVUTA DALLA CONSAP IN DATA 16.10.2019

Gentile Sig.Mazzon,

la presente per confermarLe che l’indennizzo è determinato nella misura del 30 per cento del costo di acquisto delle azioni, ivi inclusi gli oneri fiscali, entro il limite massimo complessivo di 100.000 euro per ciascun avente diritto. La percentuale del 30 per cento, potrà essere incrementata qualora in ciascuno degli anni 2019, 2020 e 2021 le somme complessivamente erogate per l’indennizzo secondo il piano di riparto siano inferiori alla previsione di spesa per l’esercizio finanziario, nel pieno rispetto dei limiti di spesa, della dotazione finanziaria del FIR e fino al suo esaurimento. Dall’ammontare dell’indennizzo sono detratti gli eventuali importi già ricevuti in relazione allo stesso strumento finanziario a titolo di altre forme di indennizzo, ristoro, rimborso o risarcimento.

Cordiali Saluti

Consap S.p.A.

Servizio Fondo Indennizzo Risparmiatori

La risposta fornita da CONSAP conferma la correttezza dell’interpretazione dello scrivente.

Prendendo atto di ciò rimane curioso apprendere il perché nel portale sia stato introdotto un campo nel quale inserire un dato insignificante per il rimborso, cioè per ciò che si sta compilando,  MA FORNITO SPECIFICATAMENTE DA BANCA INTESA.

A fronte di ciò e di tutte le altre questioni che via via segnaliamo durante i nostri incontri, il consiglio è quello di procedere alla presentazione delle domande con la massima prudenza preferibilmente affidando la pratica a personale altamente qualificato ed in ogni caso di non utilizzare senza prima averli incrociati i documenti forniti dalle Banche.

Fiducioso che la delapidazione dei risparmi abbia insegnato a tutti di usare prudenza e buon senso al fine di evitare i tanti tranelli che quotidianamente si devono affrontare, si porgono cordiali saluti.

Rimangono aperte tutte le altre questioni.

Per esigenze particolari contattare il 3889333875.

Con l’occasione ricordiamo il Prossimo incontro con i risparmiatori
Sabato 19 Ottobre ore 9,30
Centro Formazione Professionale
Piazza S.Pietro 9
Fonte Alto TV


I punti trattati saranno:
1) FIR fondo indennizzo risparmiatori e portale per presentazione domande;
2) rilascio documenti banca intesa;
3) transati ed Agenzia delle Entrate;
4) determinazione prezzo di acquisto azioni ed applicazione;
5) RIMPINGUAMENTO FONDO FIR CON RISORSE STANZIATE 2019 E NON UTILIZZATE;
6) procedure di segnalazioni.
7) Progetto Risparmio 70% Revisori scadenza delle pre-adesioni 31/10/2019

Ai fini organizzativi è necessaria la conferma alla presente mail, Vi preghiamo pertanto confermare  l’eventuale partecipazione mail ezzelino.onara@gmail.com 

Patrizio Miatello

fondo indennizzo risparmiatori consap
Fondo indennizzo risparmiatori

PRESTARE LA MASSIMA ATTENZIONE FONDO INDENNIZZO RISPARMIATORI F.I.R.

Gentile Risparmiatore,

tra le varie insidie relative alla presentazione della domanda per l’accesso al F.I.R. che, non è la semplice compilazione della maschera del portale, vi è quella legata alla determinazione del costo di acquisto delle azioni.

Procedura, questa, fondamentale perché, è bene ricordarlo, l’ammontare del rimborso prenderà come base di riferimento proprio il costo di acquisto.

In allegato inviamo l’elaborazione eseguita dal nostro Tributarista Mazzon Loris.

Nei conteggi, si dimostrerà, di come, in base ai documenti rilasciati dalla Banca il prezzo di acquisto ammonterebbe ad euro 182.590,75.

Mentre, nella realtà, il risparmiatore, documenti alla mano ha speso euro 194.096,50.

Dunque, in caso di mancato controllo tramite l’incrocio dei dati da parte dell’Associazione, il risparmiatore avrebbe perso dalla base di riferimento per il calcolo dell’indennizzo ben euro 11.505,75 del suo reale risparmio versato.

Vi invitiamo dunque alla massima attenzione e a diffidare da tutti quelli che per la compilazione della pratica chiedono qualche centinaia di euro.

Capite dall’esempio concreto che ciò non è possibile se si vogliono fare concretamente i suoi interessi.

Il rischio che corre è quello che per risparmiare qualche modesta somma perda, ancora una volta, una somma rilevante.

Diffidi da chi svende le qualità professionali che invece devono rimanere sempre alte e altamente qualificate.

Il dissesto delle Banche e la conseguente perdita dei suoi risparmi è avvenuto proprio a causa della totale mancanza di professionalità che, se presente, avrebbe evitato tale tracollo.

Per contatti diretti con il Tributarista Mazzon Loris abbiamo istituito il seguente numero di telefono: 3889333875

Preghiamo di chiamare SOLO IN ORARI SERALI E PER FATTI CONCRETI NON PER INFORMAZIONI GENERALI TENENDO SOTTO MANO IL CODICE TESSERA E L’AMMONTARE DEL VERSATO TIKET PER LA PRATICA F.I.R. CON RELATIVI BONIFICI ESEGUITI.

Cordiali saluti.

Patrizio Miatello

EZZELINO III DA ONARA

Associazione Giustizia Risparmiatori

P.I. 04865510285-C.F. 90016870280 Iscritta Albo Regione Veneto PS/PD0424

Via Don Barison 36 – 35019 ONARA di TOMBOLO PD

Tel 3476785403 mail ezzelino.onara@gmail.com www.ezzelinodaonara.org

fondo indennizzo risparmiatori consap
Fondo Indennizzo Risparmiatori

Fondo indennizzo risparmiatori mette le ali

Roma 8 ottobre 2019

Incontro con i responsabili Consap.

Al più presto i primi indennizzi, e accelerazione con le procedure.

Concretezza è salvezza.

Tutte le ultime novità nel prossimo incontro con i risparmiatori

SABATO 12 OTTOBRE ore 9,30-11,00

Sala Consiliare Comunale

Vicolo Bembo 2

San Giorgio in Bosco PD

I punti trattati saranno:
1) FIR fondo indennizzo risparmiatori e portale per presentazione domande;
2) rilascio documenti banca intesa;
3) transati ed Agenzia delle Entrate;
4) determinazione prezzo di acquisto azioni ed applicazione;
5) RIMPINGUAMENTO FONDO FIR CON RISORSE STANZIATE 2019 E NON UTILIZZATE;
6) procedure di segnalazioni.
 
N.B.

Per partecipare si consiglia di prenotare scrivendo a ezzelino.onara@gmail.com

Nuovo incontro Consap novità Fondo Indennizzo Risparmiatori

Roma 8 ottobre 2019

Comunichiamo che in data odierna i rappresentanti della associazione Ezzelino III da Onara Giustizia Risparmiatori (Prof.Avv.Rodolfo Bettiol, Tributarista Loris Mazzon e il presidente Patrizio Miatello), hanno incontrato nuovamente i responsabili dell’Ente Consap per il fondo indennizzo risparmiatori.
Sono state discusse le varie soluzioni, che saranno operative a breve sul portale FIR.
Per tutti i dettagli invitiamo a partecipare all’incontro di sabato 12 ottobre 2019 ore 9,30 – 11,30 presso Sala Consiliare Vicolo Bembo 2 – San Giorgio in Bosco PD.
Cordiali saluti.
Patrizio Miatello

EZZELINO III DA ONARA

Al Sole 24 Ore “Disinformare I Risparmiatori può costare caro”

Alleghiamo mail odierna inviata :

Oggetto: Esperto risponde del 7.10.2019 Il Sole 24
Spett.le Redazione

Il Sole 24 Ore
In relazione all’oggetto e in riferimento alle risposte formulate alle pag 7 del vostro inserto L’Esperto Risponde, segnaliamo che le risposte n. 2183 e 2184, sono errate.
Vogliate prenderne buona nota e con ciò provvedere alla loro correzione al fine di informare correttamente i tanti risparmiatori truffati dalle banche.
Distinti saluti
Patrizio Miatello tel 3357431389

Associazione Ezzelino III da Onara Giustizia Risparmiatori

RISOLTO IL CAOS FATTURE ELETTRONICHE

Ora milioni di imprese, attività potranno emettere la fattura con più serenità e tranquillità.

l’Agenzia delle Entrate ha “sposato” la soluzione proposta dal Tributarista Loris Mazzon, al problema legato alle date delle fatture elettroniche.

Le fatture elettroniche differite, sia per le prestazioni di servizi, che per le vendite di beni, potranno portare data di fine mese ed essere spedite allo s.d.i. nei 15 giorni successivi.

Viene dunque risolto l’enorme affanno legato alle fatture di fine mese.

Grazie a tale documento ufficiale, ogni contribuente a livello nazionale, potrà operare con più serenità.

Rimane sempre la perplessità del perché, per la soluzione di tale problema nazionale, si sia dovuto far carico un singolo professionista, nonostante la vasta platea di soggetti interessati, evidentemente solo a rimpinguare le proprie casse, all’introduzione della fattura elettronica (case di software – associazioni di imprese – sigle sindacali – corporazioni varie – grosse strutture professionali), dimenticandosi però delle esigenze di semplificazione e di tutela di tutte le nostre piccole e medie imprese.

In allegato trova l’istanza e la soluzione individuata dal professionista della nostra associazione.

Un grande grazie al Tributarista Loris Mazzon che ancora una volta, dimostra il suo elevato e straordinario grado di professionalità e concretezza nel risolvere problemi di pubblica utilità.

Buon e sereno lavoro a tutti

Cordiali saluti

Patrizio Miatello

Presidente

Associazione Ezzelino III da Onara

Convocazione della Consap per Fondo Indennizzo Risparmiatori

Roma 9 settembre 2019

Le SS.LL. sono invitate a partecipare ad un dialogo propositivo con la Segreteria tecnica del FIR che si terrà a Roma il prossimo lunedì 16 settembre 2019, alle ore 10.30, presso la sede di Consap, sala Auditorium, Via Yser 14.

Al riguardo, si precisa che ciascuna Organizzazione potrà essere composta da n. 2 rappresentanti.

Si prega di fornire un cortese riscontro alla presente indicando, per motivi organizzativi e di sicurezza, i nominativi dei partecipanti al seguente indirizzo mail :fondoindennizzorisparmiatori@consap.it

Distinti saluti

La Segreteria tecnica

Fondo Indennizzo Risparmiatori

RISPARMIO RUBATO TEMPO BUTTATO UN FLAGELLO DA FERMARE ORMAI DA TROPPO TEMPO

Il fenomeno che ha colpito principalmente il Veneto, che risulta la regione con più suicidi di imprenditori negli ultimi 5 anni, con una percentuale del 30,8 % nel territorio nazionale

– Sono 59 le Vittime suicidate (venute alla cronaca) a causa di problemi economici bancari, di Bpvi, Veneto Banca, Banca Alta Padovana, Crediveneto Montagnana .

– 735 persone a rischio assistite dal servizio Regionale Veneto In-Oltre tel 800 33 43 43 con 5126 richieste di assistenza psicologica .

– Sos artigiani, a Nordest ne spariscono quattro al giorno un flagello innarestabile vedi articolo il Gazzettino 18 agosto 2019

IN RICORDO ELENCO DELLE 59 VITTIME TRUCIDATE DAL  RISPARMIO RUBATO

5 su 59 le vittime trucidate del Risparmio Rubato di cui si ha notizia da maggio  2018 al 5 marzo 2019

5 marzo 2019, E. V., 57 anni di Vigonza (PD) titolare di un’azienda commerciale di prodotti per elettrodomestici, a causa del dissesto aziendale e della conseguente minaccia di fallimento non ha retto allo stress,

7 settembre 2018 V. M. 58 anni e la moglie P. B. 56 anni  Pianezze VI, si sono impiccati ad una trave.

15 luglio 2018, I. V., 24 anni di Trebaseleghe (PD) titolare azienda di vendita e riparazione macchine utensili a Morgano (TV) si è suicidato nel capannone. Aveva appuntamento col fratello per liberare il capannone, soggetto l’indomani a sfratto esecutivo. Dalla morte del padre, a gennaio, conduceva l’azienda ereditata con una pesante situazione economica, perso il Padre G. V. gennaio 2018

27 giugno 2018, M.R. 39 anni di Montebelluna (TV), agente di commercio si è impiccato nel capanno degli attrezzi.  Lascia moglie e due figli

24 maggio 2018, A. B., 51 anni di Pederobba (TV) già ristoratore ., coinvolto in cause giudiziarie con banche e Stato e attivista in varie manifestazioni di protesta contro questi, ha deciso di farla finita ,

11 maggio 2018, F. Z., 49 anni, gestore del ristorante “L. c.” a Venezia, ., ha attraversato i binari della ferrovia al sopraggiungere del treno.

54 su 59 le vittime trucidate del Risparmio Rubato di cui si ha notizia dal maggio 2015 al 26 aprile 2018

26 aprile 2018, F. G., 62 anni di Monselice (PD) Avvocato è stato rinvenuto esanime da alcuni suoi dipendenti.  Era considerato l’avvocato degli imprenditori in crisi.

5 gennaio 2018, M. P. a, 31 anni di Mareno di Piave (TV), di origini albanesi ma fin da bambino residente nel trevigiano titolare di una ditta e padre di due bambini si è impiccato nella sua azienda, a Conegliano

4 gennaio 2018, F. F., 53 anni artigiano serramentista di Vittorio Veneto (TV), accudita per l’ultima volta la mamma ammalata e convivente, si è sparato alla testa in un capanno adiacente l’abitazione.

3 settembre 2017, Roberto Dian, 50 anni, di Badia Polesine (RO), è stato ritrovato impiccato nel capannone del suo piccolo mobilificio. A ritrovarlo, il fratello. In uno scritto, Roberto addossa le colpe della sua scelta alla difficile situazione alle banche.

15 agosto 2017 P. G. Galliera Veneta PD commerciante è stato trovato impiccato nella sua abitazione

7 luglio 2017,  S. G. di Cittadella PD, imprenditore è stato ritrovato impiccato nel capannone della sua impresa

22 giugno 2017, A. F., 56 anni di Torri di Quartesolo (VI) contitolare di una storica azienda produttrice di campane si è impiccato all’interno dell’azienda. A ritrovarlo i dipendenti. In una lettera chiede scusa ai famigliari esprimendo preoccupazione per la crisi economica.

21 maggio 2017, R. D., 57 anni di Conegliano (TV), medico dentista è morto suicida, impiccato ad una trave del salotto della sua abitazione. A trovarlo i Carabinieri allertati dalla madre.

7 marzo 2017, A. Z., 55 anni di Villorba (TV) agente di commercio si è suicidato all’interno della sua casa, impiccandosi.

19 febbraio 2017 N.N., 44 anni di San Tomaso (BL) Piccolo artigiano sposato e padre di due figli piccoli si è ucciso sgozzandosi con una motosega.

24 gennaio 2017, A. R., 61 anni di Ponzano (TV), storico titolare di un di Treviso si è tolto la vita nella sua abitazione, sofferente di crisi depressive, si è impiccato.

19 dicembre 2016, G. C., 43 anni, di Fossò (VE) imprenditore si è tolto la vita saturando di gas lo stanzino della cassa e provocandone l’esplosione. Lascia due figli in tenera età.

25 ottobre 2016, N.N.50 anni di Villorba (TV) agente di commercio si è gettato sotto il treno nella stazione di Ponte della Priula. Lascia quattro figli.

31 agosto 2016, G.Z. 55 anni di Villorba (TV), ingegnere libero professionista secondo la testimonianza del macchinista si sarebbe volontariamente gettato sotto il suo treno in transito alla stazione di Lancenigo.

3 agosto 2016, M.P. 40 anni di Montecchio Maggiore (VI) libero professionista si è suicidato nel garage di casa. A trovarlo i parenti preoccupati per la sua ingiustificata assenza.

22 luglio 2016, G. P, 75 anni di Bassano del Grappa (VI) commercialista molto noto si è sparato alla testa nel suo ufficio. A trovarlo la moglie allarmata dal suo ingiustificato silenzio.

20 luglio 2016, E. G., 62 anni di Anguillara Veneta (PD) calabrese da 40 anni in Veneto, settore edile. Partito in auto con il fucile, invano inseguito dalla moglie, ha raggiunto il cimitero e nel parcheggio ha rivolto l’arma su di se premendo il grilletto. A trovarlo esanime gli amici e la moglie. Lascia nello sconforto assoluto moglie e le quattro figlie.

5 luglio 2016, NN, 22 anni di Vicenza, commerciante di origini cinesi è stato rinvenuto suicida dai vigili del fuoco, nel suo appartamento. Non rispondeva al telefono e la sua socia ha dato l’allarme.

29 giugno 2016, P. C., 65 anni di Occhiobello (RO) edicolante. Da anni accudiva la madre invalida. Dopo averla soffocata con un cuscino si è suicidato con un sacchetto di plastica in testa. 16 giugno 2016 Antonio Bedin 67 anni Montebello (VI), commerciante si è sparato nella sua casa di Montebello Vicentino

24 giugno 2016, N.C., 36 anni di Terrassa Padovana (PD) imprenditore agricolo è stato ritrovato impiccato nel bagno di casa. A trovarlo il fratello minore.

4 maggio 2016, R.C. 42 anni di Stra (VE), artigiano del settore calzature è stato rivenuto privo di vita in casa. Lascia moglie e due bambine.

1 maggio 2016, G.C. 53 anni di Godega S. Urbano (TV), artigiano edile si è impiccato nella sede della sua azienda ad Albina di Gaiarine (TV). Lascia moglie e 2 figli.

28 aprile 2016, NN 61 anni di Cividale (UD) socio di una sas di Pradamano ha tentato il suicidio con il gas di scarico dell’auto rientrato in casa si è impiccato in bagno con il guinzaglio del cane. A ritrovarlo il genero allertato dai suoi soci che non lo vedevano da qualche giorno.

23 aprile 2016, D. S., 76 anni di Abano Terme (PD) scultore e artista poliedrico, molto noto, fondatore del museo della maschera si è suicidato con un colpo di pistola. La moglie, allarmata dallo sparo lo ha trovato morente nella sua camera.

23 aprile 2016, M. P. di 45 anni, di Camisano Vicentino (VI) agente di commercio e consigliere comunale, entrato nel cimitero di Bevadoro (PD) si è sparato un colpo di pistola alla testa. E’ morto dopo tre giorni di agonia.  Lascia moglie e due figlie.

13 aprile 2016, NN 65 anni di Piazza Vecchia di Mira (VE) impresario edile si è impiccato nel capannone adiacente la sua abitazione. A trovarlo la moglie.

4 aprile 2016, D. V. 45 anni di Pieve di Soligo, fisioterapista, osteopata si è impiccato in casa della madre che lo ha così trovato. Padre di due figli .

1 aprile 2016, D.Z. 55 anni di Feltre (BL) allevatore agricolo è stato rinvenuto impiccato da un conoscente.

28 febbraio 2016, A. M., 47 anni di Vicenza, titolare di una storica azienda leader nel settore pozzi artesiani . ha scelto il suicidio per porre termine ai suoi giorni.

23 febbraio 2016, I. B., 46 anni di Cornuda (TV), elettricista,  si è sparato un colpo di pistola proprio sotto la bandiera italiana che lui aveva servito come paracadutista della Folgore. Lascia moglie e due figlie.

23 febbraio 2016, G. P., 57 anni di Vigonza (PD), elettricista viene rinvenuto impiccato nel garage di casa.

18 febbraio 2016, F.G. , 50 anni di Cavarzere (VE), agricoltore produttore di frutta è stato rinvenuto privo di vita nella sua tenuta: si era ucciso.

13 gennaio 2016, G. F., 70 anni di Vigonza (PD), co-titolare di un negozio di pelletteria si è sparato un colpo di pistola in testa nel suo ufficio a Cadoneghe. Tre clienti ed un commesso hanno chiamato i soccorsi ma era troppo tardi. Ha lasciato tre lettere nelle quali indica come liquidare il negozio.

13 dicembre 2015, D. B., 77 anni di Portogruaro (VE) titolare di un’azienda siderurgica è stato rinvenuto, da un vicino, impiccato in casa.

15 novembre 2015, N. V., 44 anni di San Donà di Piave (VE), assicuratore, ha scelto il 16 piano del grattacielo per lanciarsi nel vuoto morendo sul colpo.

14 novembre 2015, A.M., 45 anni di Conegliano (TV), avvocato molto noto in città, si è tolto la vita impiccandosi nel giardino di casa dei genitori.

30 agosto 2015, E. A., 54 anni di Rosà (VI), titolare di una ditta di autotrasporti dichiarata fallita , il suo corpo è stato ritrovato nel capannone aziendale. Lascia tre figlie .

25 agosto 2015, G.P., 66 anni di Riese Pio X (TV) falegname, si è impiccato nel granaio della propria abitazione.

18 agosto 2015, O. P. , 70 anni di Padova, titolare di una ditta di pulizie e giardinaggio, si è sparato un colpo di fucile in testa all’interno della sede aziendale. A trovarlo il figlio allarmato da un SMS di preavviso del padre.

14 agosto 2015, C. B., 39 anni di Morgano (TV) ex manager . rappresentante per un’azienda è stato ritrovato esanime dal fratello: si era impiccato in casa. famigliari. Ha lasciato un biglietto di scuse

4 agosto 2015, D. De F., 51 anni di Teglio Veneto (VE), titolare di un’azienda avicola , dopo l’invio di ambigui SMS a parenti ed amici è stato ritrovato, da un suo cugino, penzoloni ad una trave del suo capannone.

27 luglio 2015, R. G., 57 anni di Abano Terme (PD), artigiano idraulico dopo aver annodato la corda al collo si è gettato dalla terrazza morendo impiccato. .

10 luglio 2015, A. R.i, 64 anni, di Abano Terme (PD), titolare del negozio di calzature, il Calzolaio, ha trovato morte gettandosi sotto il treno della linea ferroviaria Venezia Bologna.

7 luglio 2015, R. Z., 69 anni di Ponte di Piave (TV), imprenditore ha deciso di togliersi la vita impiccandosi all’interno del magazzino. A ritrovarlo, il figlio.

24 giugno 2015, E. M., 71 anni noto imprenditore di Campodarsego (PD) con 2000 dipendenti, si è sparato un colpo di fucile al petto nel suo ufficio. Non ha retto alla preoccupazione per i debiti che la sua azienda aveva verso le banche.

17 giugno 2015 , F. B., 38 anni di Treviso, avvocato, si è tolta la vita impiccandosi nel bagno di casa. A trovarla i famigliari.

3 giugno 2015, A. C., 61 anni di Tolmezzo (UD), commercialista si è suicidato gettandosi dal ponte della ferrovia.

30 maggio 2015, G. M., 55 anni di Morgano (TV) titolare di due pizzerie per asporto ha deciso di farla finita impiccandosi all’interno di una di queste. .

23 maggio 2015, G. T., 57 anni di Rubano (PD) titolare di un’azienda che produce sedie per ufficio si è suicidato impiccandosi all’interno dell’azienda. A scoprire il corpo è stata la moglie.

14 maggio 2015, F.M., 56 anni, originario di Cavarzere (VE), imprenditore edile caparbiamente ripartito dopo il fallimento della sua azienda non ce l’ha fatta e in un momento di sconforto si è impiccato nella casa del fratello lasciando moglie e figli nella disperazione. In un biglietto ha scritto: “Chiedo scusa a tutti voi”.

8 maggio 2015, S.B. 44 anni di Maccagnin (BL), allevatore agricolo, sconvolto per la perdita di un amico, si è gettato nel lago di Corlo. Il suo corpo è stato rinvenuto da un turista e ripescato dai Vigili del fuoco.

SERVIZIO La7 del 31 Gennaio 2018