Archivi categoria: Uncategorized

DI MAIO E SALVINI NON MANTEGONO LE PROMESSE AI RISPARMIATORI TRADITI ?

Comunicato stampa

Oggi nell’iniziativa organizzata da Noi che credevamo nella BPVI presieduta da Ugone e dal Coordinamento don Torta presieduto dall’Avv Arman, doveva essere presentata la modulistica per l’accesso al fondo indennizzo risparmiatori.
Nessuna modulistica è stata presentata ma vi è stata solo la generica promessa di provvedere in futuro all’attuazione del fondo indennizzo risparmiatori, senza peraltro indicare alcun termine.
Inoltre Di Maio ha affermato incredibilmente che in settimana “i soldi saranno erogati” (come riferito dal Corriere del Veneto).
In definitiva è stata una sceneggiata elettorale con nessun risultato concreto per i risparmiatori traditi.
Iniziative come queste rendono ancora più incerto, accidentato e ritardato,  il percorso e il lavoro concreto e proficuo fatto precedentemente dalla cabina di regia.
1) Gravissimo che, a nulla è servita la cabina di regia composta fino al 14/12/2018 da 17  associazioni, che aveva lavorato sull’art 38 Fondo Ristoro e che  13 associazioni rappresentate dal Prof.Avv.Rodolfo Bettiol, avevano portato a dei considerevoli miglioramenti con il sottosegretario Bitonci e Villarosa, che confermavano l’iniziale acconto del 30% con € 1,575 Miliardi dei conti dormienti, e un successivo 15% previsto con l’alimentazione ulteriore di € 1 Miliardo dei conti dormienti in  prescrizione fra il 2019 e il 2021, con la procedura di arbitro ACF Consob che di fatto prevedeva la rivalutazione monetaria e gli interessi, le richieste fatte dal Prof.Avv.Bettiol per 13 associazioni erano state in gran parte inserite negli emendamenti della Lega e votati positivamente alla Camera (https://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2018-11-16/manovra-bitonci-altri-25-miliardi-ristoro-risparmiatori-2022-172731.shtml?uuid=AEZbQMiG&refresh_ce=1 ) , tutto era nella direzione giusta e nell’immediata attuazione priva di ogni problematica.

2) Gravissimo che il 16/12/2018 l’emendamento al Senato del  M5S abbia ascoltando esclusivamente l’Avv Andrea Arman e Luigi Ugone rappresentanti di un minima parte dei risparmiatori, sconvolto il fondo trasformandolo in un indennizzo sul valore di acquisto del 30%, cancellando l’ulteriore possibilità futura del 15%, cancellando la possibilità della rivalutazione monetaria e gli interessi previsti dall’arbitro, cancellando l’alimentazione perenne dai conti dormienti.

3) Gravissimo che le modifiche apportate hanno creato di fatto un ritardo e la messa a rischio all’attuazione immediata del fondo e che queste vengano al contrario sminuite da quelle stesse 3 associazioni, Noi che credevamo nella Bpvi presieduto da Luigi Ugone, Coordinamento Don Torta presieduto da Andrea Arman, Vittime del Salva Banche presieduta da Letizia Giorgianni,  che hanno di fatto contribuito a creare l’impossibilità che il fondo partisse entro la data del 31/01/2019, per una strumentalizzazione politica in vista delle elezioni Europee,

Ritenendo pertanto che la mancata attuazione nei termini abbia fatto partire in maniera definitiva una emergenza sociale per quei risparmiatori traditi trasformati in debitori che hanno i termini dei decreti ingiuntivi scaduti rischiando le case e le aziende,

CHIEDIAMO L’IMMEDIATA ATTUAZIONE DEL FONDO RISPARMIO TRADITO E CHE VENGA DICHIARATO LO STATO DI EMERGENZA PER SALVARE QUEI RISPARMIATORI CHE NON HANNO PIU’ TEMPO

Ritenendo grave quanto sopra,  ulteriori perdite di tempo stanno di fatto mettendo a rischio vite umane e la chiusura di migliaia di imprese.
Non ci fermeremo nell’attività di pressione nei confronti  del Governo affinchè attui nell’immediato il fondo indennizzo risparmiatori, senza ulteriori e gravissimi ritardi.

La cabina di Regia delle associazioni risparmiatori traditi non invitate e comunque escluse
Info Patrizio Miatello tel 3357431389
Prof.Avv. Rodolfo Bettiol tel 3356309986
Avv. Moschini Matteo tel 3483163659
Barbara Venuti tel 3486491132I
Barbara Puschiasis tel 3397364575
Milena Zaggia tel 3371314782
Giovanna Mazzoni 3332375635
Antonio Tognoni tel 3477909126
Matteo Cavalcante tel 3351216903
Fulvio Cavallari tel

Comunicato : Riunione “Cabina di Regia – Decreto Attuativo Fondo Risparmiatori”

A seguito nostro incontro del 18/01/2019 al Ministero Economia e Finanze per sollecitare il decreto attuativo e la convocazione delle associazioni , ( https://ezzelinodaonara.org/2019/01/18/comunicato-roma-dal-ministero-economia-finanze/ ) per domani 29/01/2019 è stata convocata la cabina di regia delle 20 associazioni rappresentative.
Il termine per l’attuazione del fondo indennizzo risparmiatori è il prossimo 31 gennaio 2019, termine deve essere rispettato, data la gravissima situazione venutasi a creare per migliaia di risparmiatori e imprese ormai prive di tempo da tempo.
Faremo comunicato con le novità di domani 29/01/2019.

Saluti

Patrizio Miatello presidente associazione Ezzelino III da Onara Giustizia Risparmiatori

 

———- Forwarded message ———
From: Segreteria Villarosa <segreteria.villarosa@mef.gov.it>
Date: mar 22 gen 2019 alle ore 10:44
Subject: Riunione “Cabina di Regia – Decreto Attuativo”
To: milenazaggia@gmail.com <milenazaggia@gmail.com>, ezzelino.onara@gmail.com <ezzelino.onara@gmail.com>, patrizio.miatello@gmail.com<patrizio.miatello@gmail.combarbara.puschiasis@gmail.com <barbara.puschiasis@gmail.com>, elenabertorelli@alice.it <elenabertorelli@alice.it>, studiolegalearman@gmail.com <studiolegalearman@gmail.com>, katiafuregatti@gmail.com <katiafuregatti@gmail.com>, studiolegaleangelettiriziero@gmail.com<studiolegaleangelettiriziero@gmail.com>, canafoglia@studiocanafoglia.it <canafoglia@studiocanafoglia.it>, letizia.giorgianni@vittimedelsalvabanche.it<letizia.giorgianni@vittimedelsalvabanche.it>, avvocatomoschini@gmail.com <avvocatomoschini@gmail.com>, cappellari@amicicarife.it <cappellari@amicicarife.it>, vescovini@studiovescovini.it <vescovini@studiovescovini.it>, avvocato@profrodolfobettiol.it <avvocato@profrodolfobettiol.it>, codacons.veneto@gmail.com<codacons.veneto@gmail.com>, sergio.calvetti@legalieuropei.org <sergio.calvetti@legalieuropei.org>, fabrizio@dirella.it <fabrizio@dirella.it>, m.cavalcante@81scf.com <m.cavalcante@81scf.com>, angelocirulli@libero.it <angelocirulli@libero.it>, fvcavalarri@gmail.com <fvcavalarri@gmail.com>, l.ugone79@gmail.com <l.ugone79@gmail.com>

 

Buongiorno,

su indicazione del Sottosegretario On. Villarosa, è convocata la riunione “Cabina di Regia – Decreto Attuativo” per martedì 29 gennaio p.v.  alle ore 10, presso il Ministero dell’economia e delle finanze – sala del Parlamentino (primo piano).

Si prega cortesemente di confermare la partecipazione.

Cordiali saluti

La Segreteria

Segreteria Particolare

del Sottosegretario di Stato

On. Alessio Mattia Villarosa

Ministero dell’Economia e delle Finanze

Via XX Settembre, 97

00187 – Roma

 

Tel :   +39 06 4761 8805 / 8806

Fax :  +39 06 4761 8804

e-mail: segreteria.villarosa@mef.gov.it

http://www.mef.gov.it

Comunicato: Roma dal Ministero Economia Finanze

Roma 18 Gennaio 2019

A seguito richiesta d’incontro al MEF, abbiamo avuto la conferma da parte del vice Ministro Alessio Villarosa, che stanno lavorando al decreto attuativo del fondo indennizzo risparmiatori, le associazioni risparmiatori della cabina di regia verranno convocate presto per la definizione.
Conferma da parte del Ministro Matteo Salvini che incontrerà i Risparmiatori il 09 febbraio 2019 a Vicenza

Ricordiamo che :

1) Eventuali rilievi di tecnici non hanno valenza giuridica;
2) Una volta approvata la legge non è ammissibile che la stessa non abbia attuazione;
3) Sono del tutto infondate le voci di ipotetici aiuti di stato ;

Patrizio Miatello presidente Ezzelino III da Onara
Barbara Venuti Consumatori Attivi 
Massimo Campanella Adusbef
Franco Carpin Ezzelino III da Onara Vicenza
image

Sollecito al Governo decreto attuativo Fondo Risparmio Tradito

A tutti i Risparmiatori 

Pur ritenendo che il fondo non possa avere nessun tipo di problema, in quanto 

1) è alimentato dai conti dormienti da noi individuati di € 1,575 miliardi il 2/7/2017 , quindi non sono soldi pubblici e sono di diritto dei risparmiatori traditi per legge 266/2005, legge 205 del 27/12/2017 votata all’unanimità di tutto il parlamento, che con il milleproroghe  2018 ha creato il precedente  pagando il 30% a 560 risparmiatori a Novembre 2018 con gli € 25 milioni della dotazione della legge 205/17, 

2) l’impegno da noi ottenuto il 16/05/2018 e inserito nel contratto di Governo Lega-M5S firmato il 20/05/2018 da oltre 15 milioni di Italiani per il risparmio espropriato sia una garanzia politica senza precedenti. 

A seguito di continue voci abbiamo chiesto urgente incontro al MEF e con i Parlamentari per domani 18/01/2019.

Siamo fiduciosi che non ci saranno problemi, ma è sempre meglio prevenire.

A presto 

Patrizio Miatello

richiesta incontro al Ministero economia e finanze per il 18 gennaio 2019

Illustre Sottosegretario Massimo Bitonci.

Illustre Sottosegretario Alessio Villarosa

A seguito delle nostre precedenti, richieste d’incontro per il decreto attuativo,  abbiamo la necessità di incontrarLa, urgentemente in quanto le continue voci giornalistiche su problematiche varie per l’attuazione del fondo, stanno creando grossi problemi ai risparmiatori già stremati.
Chiediamo di essere ricevuti al MEF domani 17/01/2019, per definire la scaletta eventuale per darvi il nostro completo supporto perché venga mantenuta la data ultima del 31/01/2019 per la firma del decreto attuativo del fondo risparmio tradito .
In attesa di una vostra risposta porgiamo cordiali saluti.
Domani saremo a Roma con una delegazione di Risparmiatori.

Patrizio Miatello

Onara di Tombolo (PD) 17 gennaio 2019

Lettera al Governo Immediatezza attuazione del Fondo Indennizzo Risparmiatori Traditi

Illustre Presidente del Consiglio dei Ministri Prof. Giuseppe Conte
Illustre Vice Presidente e Ministro on. Di Maio Luigi
Illustre Vice Presidente e Ministro sen. Salvini Matteo
Illustre Vice Ministro on. Bitonci Massimo, Illustre Vice Ministro on. Villarosa Alessio
Nel ringraziarVi per avere iniziato a concretizzare i Vostri impegni del contratto di Governo M5S-Lega 18/05/2018, a seguito degli innumerevoli incontri in questi mesi, nei quali avete dimostrato la massima attenzione alle richieste dei risparmiatori traditi per la tutela del diritto al risparmio, portando all’istituzione del fondo indennizzo risparmiatori espropriati, unico esempio al Mondo del quale tutti i risparmiatori ve ne elenchiamo i motivi.

Ringraziamenti

1) per avere già salvato alleviando 560 risparmiatori che hanno ottenuto il 30% tra il 30 Novembre e dicembre 2018, con gli € 25 milioni del decreto milleproroghe già stanziati precedentemente ;

2) per avere semplificato al massimo la procedura di accesso al fondo tramite il MEF, da attuare entro il 31/01/2019 ;

3) per avere messo a disposizione del fondo tutti i conti dormienti disponibili dal conto 3382 Tesoro di € 1,575 Miliardi già scaduti e prescritti, da attuare entro il 31/01/2019;

4) per avere inserito nel fondo le piccole imprese (25000) che se ci sarà immediatezza molte si potranno ancora salvare, da attuare entro il 31/01/2019 ;

5) per avere ampliato la platea dei risparmiatori a oltre 350000 risparmiatori con tutte le 11 banche messe in liquidazione coatta amministrativa dal 15/11/2015 al 01/01/2018, da attuare entro il 31/01/2019 ;

6) per avere inserito i risparmiatori del terziario, da attuare entro il 31/01/2019 ;

7) per avere confermato che gli 80.000 risparmiatori che erano stati costretti a transare nel 2017 con il 15%, da attuare entro il 31/01/2019 ;

8) per avere salvato il principio della tutela del risparmio come dall’art. 47 dell Costituzione, da troppi anni dimenticato, calpestato e cancellato ;

D Day: 31 gennaio 2019

Ora l’aspettativa è quella che parta il fondo con il decreto attuativo entro il 31/01/2019.

Il troppo tempo trascorso è stato causa di eventi ormai irreparabili e ogni giorno che passa aumenta una lista infinita di situazioni estremamente gravi che dopo avere perso tutti i loro risparmi accantonati nelle quote di Veneto Banca e Banca Popolare di Vicenza e delle altre 8 Banche aspettano con ansia una concretezza di attuazione.

Alcuni esempi di risparmiatori traditi

a) Socio 21503892

che ha perso la moglie per un ictus a causa del dispiacere di avere perso tutti i loro risparmi accantonati in Veneto Banca, ora anche lui in grossa difficoltà economica avendo un figlio disabile, con il rischio che gli venga portato via dagli assistenti sociali

b) Socio 31845828

che a seguito delle continue notizie negative sul fondo è stato colpito da ischemia celebrale e ci scrive dall’ospedale di Castelfranco Veneto

c) Socio 35606532

che nonostante la sua disabilità gravissima è da anni che continua esausto con appelli a tutta la politica , stanco di leggere, stanco di andare avanti, stanco e ancora incredulo per avere perso il suo risparmio, per lui vitale angoscia

d) Socio 7414137

che è stato trasformato da risparmiatore in debitore, in quanto aveva ordinato la vendita delle sue quote alla banca nel 2013, ma la banca con vari raggiri gli aveva fatto firmare un fido rinviando la vendita mai eseguita, trovandosi con l’innalzamento degli interessi dal 01/07/2017 di 20 punti percentuale, costringendolo a trovare qualcuno… a prestargli soldi per non perdere la casa, in quanto disoccupato.

e) Socio 1837536100

imprenditore, che aveva garantito con i suoi risparmi € 880.000,00 in quote di Veneto Banca i fidi della sua Ditta S.p.A. leader nazionale con 60 dipendenti; a seguito dell’azzeramento del valore gli furono chiusi i fidi e richiesto il rientro per € 700.000,00, portando la ditta al fallimento nel settembre 2017 lasciando a casa 60 padri di famiglie: ora il 05/01/2019 riceve decreto ingiuntivo da una finanziaria (che sembra abbia acquistato il credito al 10% = € 70.000) che ingiunge tramite decreto ingiuntivo il pagamento degli € 750.000,00 entro 30 giorni all’imprenditore garante, che non avendo questi soldi perderà i suoi beni che verranno cannibalizzati nelle aste immobiliari. Ma se l’imprenditore riceverà entro 30 giorni il suo 30% dal fondo potrà proporre una transazione di € 100.000,00 potendosi salvare la casa, ed evitare che vengano messi all’asta i suoi beni.

25.000 imprese a rischio fallimento nelle mani di SGA

Sottolineiamo che le le imprese a rischio di fallimento sono 25000, tutte nelle mani della SGA, e che devono essere salvate con l’attuazione immediate del fondo entro il 31/01/2019, ricordiamo che i beni a garanzia sono 200.000 per ex soci Banca popolare di Vicenza e 100.000 per ex soci di Veneto Banca, il rischio che anche solo un 10% di questi immobili vengano messi all’asta porterebbe a 30.000 esecuzioni (il doppio del 2016), e sarebbe una apocalisse economica sociale.

Appello finale

Ritenendo pertanto che l’emergenza sociale in atto possa essere definitivamente alleviata con l’iniziale ristoro del 30% chiediamo venga attuato nel più breve tempo possibile il fondo indennizzo risparmiatori.

In attesa della convocazione da parte del Ministero Economia Finanze con le altre associazioni della cabina di regia, nel ringraziarVi ancora una volta  porgiamo cordiali saluti.

Patrizio Miatello, presidente associazione Ezzelino III da Onara

FONDO RISPARMIO TRADITO UN SOGNO CHE SI REALIZZA

L’inizio di un cambiamento epocale Fondo Risparmio Tradito inizia a essere restituito

Con la legge di Bilancio approvata ieri 23/12/2018, è stato istituito il Fondo Indennizzo Risparmiatori per il risparmio tradito, un nostro sogno partito a luglio 2017 e che ha definitivamente confermato la truffa colossale di massa. Grazie ai conti dormienti da noi segnalati tutto si è potuto ora realizzare.

Il fondo prevede un indennizzo iniziale del 30% per gli azionisti (del 95% per gli obbligazionisti) con tetto massimo di € 100.000,00 e sulla base del prezzo di acquisto dei titoli, una corsia specifica dedicata ai risparmiatori in disagio,  la massima semplificazione di accesso tramite il Ministero Economia Finanze senza  più l’onere di un arbitro.

In base alle verifiche periodiche sull’utilizzo del fondo c’è la possibilità che la percentuale venga incrementata.

Anche le micro imprese potranno ricevere il 30%: sono migliaia a essere coinvolte con centinaia di migliaia di dipendenti e questo provvedimento potranno salvarsi proponendo transazioni o concordati.

Il fondo, così come è stato modificato, secondo noi non è soggetto a pericolo di blocco da parte dell’Europa, pertanto i punti che avevamo richiesto della massima semplificazione e immediatezza sono stati rispettati.

E stata ampliata al massimo la platea del risparmiatori con tutte le banche poste in liquidazione coatta amministrativa dal 15/11/2015 al 01/01/2018 (sono le due venete, le quattro risolte poi messe in L.C.A. e altre cinque piccole banche locali).

Chi volesse continuare o iniziare azioni legali per il recupero del rimanente potrà sempre farlo, pertanto non c’è la rinuncia.

Ora dobbiamo aspettare il decreto attuativo che dovrà essere fatto entro il 31/01/2019 e per il quale cercheremo di proporre ulteriori miglioramenti .

Certo tutti avremmo voluto di più ma quello che è stato ottenuto è “ una rivoluzione” del sistema finanziario vigente finora e un grande segno di cambiamento epocale che dobbiamo ricordare sempre.

E’ sicuramente un buon inizio di cambiamento che può almeno alleviare le sofferenze di migliaia di persone, che da troppo tempo erano in situazioni critiche e prive di ogni speranza, più volte sepolta con i diritti del risparmio.

Ma la nostra battaglia continua, iscriviti alla nostra associazione compila la pre-adesione al fondo risparmio tradito

Auguriamo un sereno Buon Natale.

Patrizio Miatello

Fondo Risparmio Speciale cambiamento epocale

Tantissimi auguri a tutti, il fondo risparmio tradito era solo un sogno ora inizia a essere realtà.
GRAZIE AL CAMBIAMENTO EPOCALE CHE HA PORTATO UN FONDO RISPARMIO TRADITO SPECIALE CON € 1,5 MILIARDI DAI CONTI DORMIENTI ABBANDONATI. GRAZIE A TUTTI QUELLI CHE CI HANNO CREDUTO DA LUGLIO 2017, DOPO CHE OGNI, SPERANZA, DIRITTO ERA STATO CANCELLATO, SEPOLTO PER ESSERE DIMENTICATO.
Questo dimostra che la volontà di pochi che hanno tanto per avere di più cancellando i diritti universali, PUÒ ESSERE CONTRASTATA DA TANTI CHE HANNO SUBITO UMILIAZIONE, SOFFERENZA, CANCELLAZIONE, PER UN CAMBIAMENTO EPOCALE SPECIALE